Ultimo aggiornamento  20 febbraio 2019 13:03

Audi e Mercedes, chi è il primo dei premium.

Enrico Artifoni ·

Praticamente in contemporanea, la mattina del 3 gennaio 2017, Mercedes e Audi rivendicano il primato delle vendite di vetture premium in Italia nell’anno che si è appena concluso. Per l’esattezza la marca della Stella vanta una “riconquista” della leadership che è “il frutto di una lunga rincorsa iniziata nel 2006”. Quella dei Quattro Anelli “conferma” invece di essersi aggiudicata il primo posto “per l’ottavo anno consecutivo”. Chi ha ragione? Dipende.

I dati Unrae

I dati elaborati dall’Unrae (l’associazione che rappresenta i costruttori esteri presenti in Italia) sulla scorta delle risultanze dell’archivio nazionale dei veicoli al 31 dicembre 2016 e resi noti la sera del 2 gennaio assegnano a Mercedes l’immatricolazione nel 2016 di 64.334 autovetture (+19,86% rispetto al 2015), contro le 63.946 unità (+16,65%) fatte registrare da Audi. Perché dunque la marca di Ingolstadt ritiene di essere ancora davanti a quella di Stoccarda? La risposta sta nel modo in cui si conteggiano le vetture cosiddette “premium”, cioè di lusso rispetto alle altre, fatte le debite proporzioni per ciascuna categoria.

Secondo quanto ci risulta, Audi adotta internamente un criterio di classificazione differente da quello del ministero dei Trasporti a cui fa riferimento l’Unrae per l’elaborazione delle proprie statistiche. Non considera premium, infatti, i veicoli omologati come autovetture benché derivati dai commerciali leggeri. La marca dei Quattro Anelli praticamente non ne ha. Mercedes invece con le versioni passeggeri di diversi modelli, dal Citan al Vito allo Sprinter, ha totalizzato nel 2016 oltre 2mila immatricolazioni. Che per la Stella valgono a tutti gli effetti il sorpasso, avvenuto in extremis con la consegna in dicembre di oltre 5mila vetture, contro le 3.608 della marca rivale.

Da Verona a Roma

A Verona, dove ha sede la filiale italiana di Audi, non si nasconde una certa irritazione per l’annuncio di Mercedes, giudicato “inappropriato e poco elegante”. A Roma, dove ha sede la filiale italiana di Mercedes, tagliano corto: “Contano i dati del ministero. Audi ha fatto un gran lavoro, ma anche noi”. Con auto che non sarebbero “vere” e men che meno” premium”? La risposta è: “Sono tutte Mercedes. A noi tanto basta”.

E l’Unrae? Antonio Cernicchiaro, direttore delle relazioni istituzionali dell’associazione che rappresenta entrambe le marche, la chiama fuori dalla querelle: “Noi stiamo alle cifre ufficiali, poi se qualcuno adotta un criterio differente di valutazione, in effetti cambia il primato”. Intanto è già sfida a tre per il 2017 con l’aggiunta di Bmw, in evidenza anch’essa nel 2016 con 59.830 immatricolazioni (+20,25%) e pronta a lanciare quest’anno una forte offensiva di prodotto. 

Tag

Audi  · Mercato auto  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Il suv è la prima elettrica del marchio tedesco ad arrivare sul mercato. Si comincia in Norvegia, Austria, Svizzera e Belgio. Entro il 2020 altri 2 modelli a batteria

· di Luca Gaietta

La Casa tedesca lancia una nuova sport utility, destinata a sfidare questa volta nella categoria i modelli più grintosi tra cui l'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

· di Enrico Artifoni

Il gruppo tedesco incrementa fatturato ma perde qualcosa in termini di margini operativi. Dividendo immutato. Bene le auto con la conquista del primato nel mercato premium