Ultimo aggiornamento  23 ottobre 2019 03:07

Ford e Toyota, allenza contro Apple e Google.

Alessandro Marchetti Tricamo ·

Las Vegas - Giù le mani dalle auto. Ford e Toyota hanno annunciato al Ces di Las Vegas, la costituzione di un consorzio chiamato SmartDeviceLink per lo sviluppo di software open source, in grado di connettere a bordo delle vetture, in maniera semplice e immediata, smartphone e tablet. Le due Case hanno già attiva dal 2011 una collaborazione sui sistemi telematici di bordo. Al consorzio hanno già aderito anche Mazda, Psa, Fuji Heavy Industries (Subaru) e Suzuki. A questi si aggiungono i fornitori Elektrobit, Luxoft e Xevo, ai quali si aggiungeranno Harman, Panasonic, Pioneer e Qnx (Blackberry).

Alternativa a Google e Apple

L'obiettivo è chiaro: sfilare a Google (Android Auto) e Apple (CarPlay) il business dei sistemi di connessione a bordo. Dispositivi che potrebbero rappresentare il business del futuro visto che sono la porta di accesso alle auto per app e servizi. Non solo, secondo Shigeki Tomoyama, responsabile della divisione di connettività di Toyota, "il sistema offrirà un servizio sicuro ai nostri clienti". Più privacy e sicurezza, meno rischio hacker.

Sulle Toyota a partire dal 2018

La tecnologia adottata per lo SmartDeviceLink si sviluppa a partire dal software AppLink di Ford lanciato nel 2013, oggi disponibile su più di 5 milioni di veicoli, che consente di portare a bordo applicazioni come Pandora, Spotify, iHeartRadio e AccuWeather. Toyota lancerà la prima applicazione basata sul sistema nel 2018.

Tag

Apple  · Ces  · Connettività  · Ford  · Google  · Las Vegas  · Toyota  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Google aggiorna l'applicazione mobile: ora chi utilizza il suo sistema operativo, può far dialogare cellulare e veicolo in modalità wireless

· di Carlo Cimini

Nel corso di una conferenza stampa a Tokyo, le due multinazionali firmano l'accordo definitivo per la produzione congiunta di batterie per i veicoli elettrificati

· di Redazione

La società di ricerche di mercato Kantar Millard Brown pone i giapponesi al top della classifica dei 10 brand auto con più valore. Poi Bmw e Mercedes, sale Tesla

· di Francesco Paternò

ll boss di Facebook va nella fabbrica di Rouge insieme agli operai sulla linea di montaggio di un F-150. Come Toyoda e Agnelli quasi cento anni fa

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il ceo Mark Fields annuncia lo stop a investimenti fuori confine. E' vera vittoria di Trump? Corsa all'elettrificazione: in arrivo Mustang e F-150 ibride

· di Redazione

Il marchio giapponese torna nella formula 1 dei rally dopo 17 anni. A raccontarci i retroscena dell'avventura è Akio Toyoda, il boss della Casa giapponese in persona