Ultimo aggiornamento  15 ottobre 2019 18:52

Concept 2016, saranno famosi.

Paolo Odinzov ·

Non tutti i prototipi visti nel 2016 diventeranno delle automobili di serie. Ma dalla maggior parte verranno riprese idee e soluzioni da applicare su molte vetture che vedremo prossimamente sulle strade. Ecco quali sono i dieci concept - a nostro parere - più interessanti.

Vision Mercedes Maybach 6

Presentata al Concorso di Eleganza di Pebble Beach (California), questa vettura è stata ideata dal brand più elitario della Stella di Stoccarda e reinterpreta in chiave moderna il passato delle cosiddette Aero Coupé degli anni Trenta. Lunga 5,7 metri, è un concentrato di lusso ed esclusività e si distingue per la carrozzeria sinuosa, caratterizzata dalle portiere ad ali di gabbiano, che fin dall’esterno mette in luce l’anima hi-tech del modello con dotazioni tipo delle telecamere HD al posto degli specchietti retrovisori. L’abitacolo, due più due,  nasconde un cuore “verde” super tecnologico e sfrutta per la propulsione un motore elettrico da 550 kiloWatt (750 cavalli), alimentato da una particolare batteria piatta alloggiata nel sottoscocca e in grado di garantire con soli 5 minuti di ricarica 100 chilometri di marcia. 

Jaguar I-Pace

In vetrina al Salone di Los Angeles, la I-Pace anticipa il primo suv a emissioni zero della Casa inglese di Coventry, previsto sulle strade entro il 2018. Filante nelle forme quanto una coupé, è stata costruita impiegando numerose soluzioni innovative nel design: come ad esempio le maniglie esterne a scomparsa per favorire la massima aerodinamica della carrozzeria (forte di un Cx di 0,29), oppure la particolare console sospesa nell’abitacolo. Coperta da un tetto in vetro che integra dei Led per rendere unica la guida notturna, nella meccanica è equipaggiata con due motori elettrici, sistemati uno sull’asse anteriore e l’altro su quello posteriore che le permettono di avere tutti i vantaggi della trazione integrale con una potenza totale di circa 400 cavalli per delle prestazioni da supercar. Ad alimentarla provvede un pacco batterie che può fare il pieno di energia da un sistema di ricarica veloce da 50 kiloWatt in meno di 2 ore e garantisce un’autonomia di 500 chilometri. 

Renault Trézor

Progettata all’insegna della massima sostenibilità ambientale, la coupé francese è stata battezzata sotto i riflettori del Salone di Parigi e prefigura nel design il prossimo family feeling della Losanga. Dietro la sua carrozzeria futuristica incorpora un avanzato sistema di guida autonoma driving mode Autonomous” ma la vera particolarità sta nella propulsione che adotta un motore elettrico a elevate prestazioni, alimentato da un pacco batterie ripartito tra i due assi, derivato in parte da quello impiegato nelle vetture di Formula E. Quest’ultimo ha una potenza di circa 350 cavalli di potenza e 380 Nm di coppia e permette alla vettura di accelerare da zero a cento in 3,9 secondi. 

Bmw Vision Next 100

Realizzata per celebrare il centenario del marchio, utilizzando dei materiali innovativi sostenibili e un sofisticato sistema di stampa in 4D, la avveniristica concept tedesca unisce nel dna tradizione e innovazione per mostrare oggi come saranno le auto del domani. Tra le dotazioni dispone del sistema Alive Geometry, ovvero una sorta di scultura tridimensionale che sviluppa il proprio effetto sia all’interno che all’esterno e che impiega 800 triangoli mobili per modificare l’aspetto dell’abitacolo e della carrozzeria in base alla modalità di guida scelta (autonoma o tradizionale). Mentre l’intelligenza artificiale con cui è equipaggiata, denominata Companion, è in grado di comprendere e memorizzare su questa vettura abitudini e preferenze del guidatore offrendo tra i numerosi servizi di bordo la massima connettività. 

Mercedes Generation EQ

E’ la concept con la quale la Casa di Stoccarda ha anticipato al Salone di Parigi la nascita di un nuovo brand dedicato alle auto elettriche. Il primo esemplare di serie della gamma EQ (Electric Intelligence) vedrà la luce entro il 2020 e deriverà in maniera diretta proprio da questa crossover equipaggiata con due motori a induzione, per una potenza totale di 402 cavalli, alimentati con una batteria da 70 kiloWatt e governati da un sofisticato sistema di guida autonoma. 

Genesis New York Concept

Mostrata in anteprima al Salone di New York, si tratta di una quattro porte con cui il lussuoso brand della Hyundai ha tracciato le linee di una futura berlina sportiva ibrida. Nella propulsione la coreana adotta un powertrain con un quattro cilindri 2.0 litri GDi da 245 cavalli abbinato a un motore elettrico e tra le caratteristiche di spicco vanta una plancia composta da un grande schermo 4 da 21 pollici K, ergonomico e multitouch, sviluppato appositamente dalla LG è associato a un sistema 3D gesture control. 

Toyota Setsuna

Svelata in occasione del Salone del Mobile di Milano, la piccola roadster a due posti è stata pensata per mostrare sulla carrozzeria i segni del tempo che passa: di qui il nome che tradotto significa “attimo”. La sua particolarità principale è quella di essere realizzata quasi interamente con dei pannelli in legno di cedro, olmo e betulla, tagliati artigianalmente a mano e tenuti insieme a incastro senza l’uso di viti o chiodi, impiegando la tecnica dell’Okuriari. Questo le consente di mutare aspetto con il passare degli anni e di resistere nella struttura anche più delle tradizionali vetture costruite con metalli e materiali plastici. La propulsione è affidata a un motore elettrico capace di farle raggiungere i 45 km/h. 

Jeep Wrangler Trailcat

Presentata dalla alla cinquantesima edizione dell'Easter Safari di Moab (Utah) questa concept su base Wrangler è tra le fuoristrada più prestazionali mai costruite fino ad oggi e mostra tutte le potenzialità del brand Jeep. Quasi una Formula 1 da off-road, impiega un motore 6.2 V8 Hellcat da 717 cavalli accoppiato a un cambio manuale a 6 marce e alla trazione integrale. Per realizzarla gli ingegneri della Casa americana hanno allungato di 30,4 cm il passo della Wrangler modificandone al tempo stesso la carrozzeria con diverse componenti speciali Mopar tra cui il cofano con “power dome”, i fari a Led, le barre di protezioni davanti e dietro, i paraurti in acciaio e i cerchi da 17 pollici su cui sono montati enormi pneumatici BF-Goodrich Krawler. 

Lexus UX Concept

Tagli decisi, superfici scolpite e un susseguirsi di spigoli e linee tese sono gli ingredienti principali nel design di questa concept con cui il marchio jap ha anticipato al Salone di Parigi una futura crossover lunga 4,4 metri e sviluppata sullo stesso pianale della Toyota C-HR. Realizzata nel Centro europeo di Design ED2, la UX mostra diverse innovazioni non solo nello stile esterno ma anche nell’abitacolo. I sedili Kinetic Seat impiegano nella copertura una singolare rete flessibile, simile alla tela di ragno, capace di adattarsi ai corpi degli occupanti. Mentre diverse componenti interne sono prodotte con materiali eco-compatibili tra i quali una speciale proteina creata mediante un processo di fermentazione microbica. Completano l’opera l'interfaccia HMI 3-D (Human Machine Interface) con dei comandi elettrostatici e numerosi display sui quali riprodurre ogni tipo di informazione: comprese le immagini di numerose telecamere sistemate sulla carrozzeria. 

Nissan BladeGlider

Svelata in occasione delle Olimpiadi di Rio questa vettura è un prototipo con cui la Casa giapponese vuole percorrere una via “verde” associando alle massime prestazioni una meccanica a emissioni zero. Caratterizzata da un design radicalmente originale, la BladeGlider adotta nella struttura un particolare telaio che conferisce alla carrozzeria una forma triangolare con il muso stretto e il posteriore allargato, rendendola simile a una monoposto di Formula 1. Nella meccanica utilizza invece un sistema di propulsione al 100% elettrico, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 220 kiloWatt e sviluppato insieme alla Williams Advanced Engineering. Questo è composto da due motori, abbinati alla trazione posteriore, che sviluppano in totale circa 268 cavalli e permettono di raggiungere i 190 chilometri orari accelerando da zero a cento in 5 secondi.

Tag

BMW  · Concept  · Lexus  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Debutto a Los Angeles, tra particolari di lusso e prestazioni da sogno, per la supercar cabrio Mercedes a tiratura limitata. Ognuno dei 300 esemplari è firmato da Dieter Zetsche