Ultimo aggiornamento  24 agosto 2019 20:56

Natale, un regalo ai bimbi vittime del sisma.

Redazione ·

Sono già più di diecimila i visitatori, soprattutto giovani e famiglie con figli piccoli, del primo presepe emozionale allestito a Gualdo Tadino, nella chiesa monumentale di San Francesco. Il presepe, che sarà aperto fino al prossimo 15 gennaio, è composto da personaggi a grandezza naturale, occupa l'intera navata per oltre 200 metri quadrati ed è stato inserito in una struttura scenografica di legno e cartone che riproduce un tipico borgo medievale dell'Appenino con tanto di stradine, botteghe di legno, casette e la capanna della Natività.

Per i bimbi colpiti dal terremoto 

L'iniziativa è dei frati Cappuccini umbri e delle edizioni Frate Indovino (l'almanacco religioso fondato nel 1945 da padre Mariangelo de Cerqueto) ed è stata realizzata con il supporto del Comune e il contributo di esperti di storia medievale. Si tratta di un importante evento culturale e, soprattutto, umanitario: per i bambini del centro Italia colpito dal recente terremoto, che quest'anno non avranno la possibilità di vivere il presepe nelle loro case o nella chiesa del loro paese, verranno organizzate delle trasferte ad hoc a Gualdo Tadino, in forma assolutamente gratuita. E per i piccoli che non potranno partecipare, è previsto l'invio a domicilio, con un contributo di sei euro, di un modellino in scala del presepe, tutto da montare, più il calendario 2017 di Frate Indovino. Basterà farne richiesta attraverso il sito www.presepioemozionale.it.

Tag

Curiosità  · Natale  ·