Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 15:21

Il drone al volante di una Ford.

Paolo Borgognone ·

La Ford sta lavorando - insieme ad alcuni ricercatori nella Silicon Valley dove il costruttore ha una sua base a Palo Alto - ad un nuovo step dello sviluppo della guida autonoma: portare le auto robot fuori dalla strada, su terreni non presenti sulle dettagliate mappe grazie a un'interazione tra l'intelligenza artificiale alla guida e un drone. Questo, sorvolando la zona, potrebbe fornire tutti gli elementi necessari a condurre il mezzo anche fuori dal percorso tracciato, aiutando i sensori già presenti sul veicolo.

Fuori strada

Sarebbero gli stessi occupanti dell'auto a lanciare il drone e a controllarlo, grazie al sistema di infortainment o di navigazione della vettura. L'uso di droni - secondo Ford - potrebbe essere importante, per permettere alle auto robot di addentrarsi in zone non mappate e sulle lunghe distanze, per esempio le infinite autostrade americane. "Ad un certo punto - ha dichiarato Alan Hall, portavoce del dipartimento di sviluppo tecnologico di Ford - la gente vorrà portare anche le auto autonome nei boschi e in zone fuori dalle mappe, dove non ci sono strade. A quel punto saranno i droni a guidarli".  

Utile per tutti 

Nel corso del 2016, Ford ha lanciato un concorso, insieme con la Djy, azienda cinese che realizza i droni più sofisticati al mondo, destinato ai programmatori: scopo del contest era quello di scoprire se si potesse insegnare al drone ad alzarsi in volo e soprattutto a tornare dopo il suo giro, su un veicolo in movimento. L'obiettivo è ambizioso, visto che solo uno dei dieci partecipanti al concorso è riuscito nell'impresa. Secondo Ford questa tecnologia potrebbe servire, ad esempio, per raggiungere zone disastrate da fenomeni naturali e quindi dove le strade fossero impraticabili

Tag

Auto robot  · Djy  · Drone  · Ford  · 

Ti potrebbe interessare

· di Andrea Cauli

Il costruttore americano integra nel Sync 3 i servizi vocali cloud di Alexa, che consentono di ascoltare audiolibri e attivare anche vari servizi di domotica

· di Enrico Artifoni

Come possono funzionare le auto che vanno da sole? L'Ovale Blu punta su una tecnologia che replica la trasmissione delle immagini dall'occhio al cervello umano