Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 21:35

Milano cambia marcia.

Marina Fanara ·

Il comune di Milano vuole convincere i propri cittadini a dare una svolta alle loro abitudini di mobilità, soprattutto quelle che fanno più male all'ambiente e alla salute propria e altrui. E così, in collaborazione con Amat, l'Agenzia della mobilità ambiente e territorio, ha deciso di lanciare un'app interattiva che si chiama proprio "Autosvolta" e che prevede, per chi decide di spostarsi in maniera più rispettosa dell'ambiente, una serie di incentivi: dalla rottamazione gratuita, all'ausilio per vendere l'auto, a sconti sul car sharing e sull'abbonamento ai mezzi pubblici.

Diamo un taglio 

L'obiettivo principale è invogliare la popolazione a spostarsi in bici, a piedi o con mezzi condivisi, e, soprattutto, ridurre l'uso indiscriminato dell'auto di proprietà. Tanto più se si tratta di veicoli vecchi e super inquinanti: ante Euro (Euro 0) con più di vent'anni, diesel da Euro 1 a Euro 3 dai 19 ai 24 anni ed Euro 4, gasolio o benzina, senza filtro antiparticolato, immatricolate da 15 anni in su. Di auto del genere, ce n'è un esercito in circolazione nel capoluogo lombardo: secondo l'amministrazione meneghina, che per il progetto si avvale anche della collaborazione dell'Automobile Club di Milano, i veicoli più vecchi rappresentano il 40% del parco totale in città  (circa 100 mila vetture) e producono il 77% di tutte le polveri sottili emesse dalle automobili.

Quanto inquini con un click

A prescindere dal tipo di veicolo, comunque, l'applicazione fornisce via web, gratuitamente, una serie di informazioni a tutti gli automobilisti: una volta scaricata l'app, basta digitare la targa e i chilometri percorsi e, in automatico, il sistema fornisce la quotazione di mercato della propria auto. In più, inserendo una stima del chilometraggio mensile, è possibile sapere qual è il costo di gestione della propria vettura, la quantità di emissioni di CO2 prodotte e i consumi di carburante in ciclo urbano. E, ancora, ci si può fare un'idea di quanto si potrebbe risparmiare muovendosi con un'auto condivisa, invece che con la propria. "Siamo convinti", ha detto Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente, "che sia di fondamentale importanza continuare a informare i cittadini, senza fare allarmismi, di quanto incida sulla qualità dell'aria che respiriamo l'utilizzo dei mezzi di trasporto non sostenibili".

Un'auto vecchia con la nuova

Una volta conosciuti costi e valore del mezzo, ci spiegano all'Amat, l'automobilista può scegliere se tenere, vendere o disfarsi definitivamente del proprio veicolo. Se si vuole cedere l'auto, l'app fornisce una guida interattiva per cercare l'eventuale acquirente o per cambiarla con una più pulita. Per chi decide, invece, di dare un taglio alle vecchie abitudini e rinunciare del tutto al veicolo, il progetto "Autosvolta" prevede una serie di incentivi. Il primo è la rottamazione gratuita, compreso il ritiro a casa del mezzo, con call center di supporto per lo svolgimento delle pratiche, grazie alla collaborazione dell'Associazione dei demolitori.

Sharing: l'elettrica è scontata 

Il secondo pacchetto di benefit è rivolto a chi rottama il mezzo di proprietà per convertirsi a una forma di mobilità smart: potrà avere una tessera del valore di 500 euro da ICS, Iniziativa Car Sharing, organismo istituzionale a cui il ministero dell'Ambiente ha affidato la promozione della sharing mobility: il carnet si può spendere per viaggiare su un'auto elettrica condivisa (vale circa 2.000 minuti) o per abbonamenti ai mezzi pubblici. In più, la rottamazione dà diritto al 50% di sconto per l'iscrizione a Share'Ngo (l'unico gestore car sharing che opera a Milano con una flotta elettrica) compresi 100 minuti gratuiti di noleggio e tariffe ridotte del 20% per un anno. Per gli amanti della bici, infine, è previsto l'abbonamento annuale a 29 euro (anziché 36) a BikeMi, il bike sharing milanese.

Il supporto dall'Europa

Gli incentivi, ci dicono ancora all'Amat, scatteranno da gennaio del prossimo anno, ma saranno retroattivi e ne potrà usufruire anche chi avrà rottamato il proprio veicolo entro la fine del 2016. Inoltre, da febbraio 2017, il Comune lancerà un'altra app (per Android e iOS): attraverso sfide e giochi interattivi verranno assegnati incentivi e premi ai comportamenti più virtuosi di mobilità sostenibile.

L'iniziativa lanciata da Milano fa parte del progetto Empower della Commissione europea, nell'ambito dii Horizon2020, il programma Ue di finanziamenti a fondo perduto per progetti comunitari di innovazione e ricerca

Tag

Inquinamento  · Milano  · Mobilità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Pass gratuiti e ingresso illimitato per i veicoli a batteria. Sconto del 50% per ibride e bifuel. L'assessore Lapietra: "Presto altri benefit alle auto pulite"

· di Marina Fanara

Bando del Comune per l'acquisto di 25 veicoli a batteria, che verranno affiancati ad altri 120 nuovi veicoli ibridi e ad altri 125 tradizionali appena acquistati

· di Marina Fanara

Sostenibilità: il Comune potenzia la rete ciclabile, oggi lunga 220 chilometri, e punta a estendere le zone 30 e le aree pedonali