Ultimo aggiornamento  18 novembre 2018 11:59

Car Sharing, io lo vedo così.

Redazione ·

Il Ceo di car2go Europe, Thomas Beerman, è sicuro: il car sharing ha cambiato il mondo e continuerà a farlo anche nel futuro. Sono passati otto anni dall'inizio del progetto pilota di car2go a Ulm, in Germania. In questo lasso di tempo si è passati da un'idea pionieristica tutta da sviluppare e realizzare, ad una realtà importante nella vita di tutti i giorni di milioni di persone. Le Smart sono diventate 14.000 nel mondo e sono un punto di riferimento per chi si muove in città, da New York a Roma, dalle metropoli cinesi a Berlino. Ecco, secondo Beerman, i sei punti salienti del futuro del car sharing.

Fenomeno di massa

Viviamo in un mondo sempre più connesso, digitalizzato e urbanizzato. Tutti fattori che contribuiscono in maniera decisiva al successo del car sharing. Oggi, ogni 1,3 secondi nel mondo viene presa in affitto un'auto di car2go mediamente e il trend è in crescita. Anche perché gli studi continuano a confermare che i giovani preferiscono condividere anziché possedere un'auto. 

In crescita

Car2go è leader mondiale nel settore e già oggi conta due milioni di clienti. Uno studio realizzato dalla società di consulting Frost &Sullivan, conferma che entro il 2025 si passerà dai 7,9 milioni di utilizzatori del car sharing nel mondo che abbiamo oggi, all'incredibile cifra di 36,7 milioni

Città strapiene

La Banca Mondiale stima che nel 2045 la popolazione nelle città sarà cresciuta di una volta e mezza rispetto ad oggi. Si parla di una cifra che sfiora i 6 miliardi di persone. Facile immaginare le conseguenze su congestione, traffico ed inquinamento. Anche l'Università di Berkeley conferma in uno studio che il car sharing è una delle risposte più efficaci a questo stato di cose. 

Futuro elettrico

L'impatto delle flotte condivise sulla qualità dell'aria cresce esponenzialmente quando le auto in dotazione sono elettriche: lo sanno bene i governi che stanno approvando legislazioni utili a favorire questo tipo di mobilità. Car2go dispone oggi della più grande flotta elettrica al mondo con oltre 1.300 smart a batteria in circolazione a Stoccarda, Madrid e Amsterdam. Nella sola Madrid i 123.00 membri di car2go potrebbero contribuire a risparmiare 775 tonnellate di Co2 l'anno utilizzando una flotta solo elettrica. 

Nuovi servizi 

Il car sharing è già oggi uno dei sistemi di mobilità più connessi: la app di car2go permette di visualizzare in tempo reale dallo smartphone la situazione della flotta, scegliere e prenotare un veicolo. La tecnologia oggi in uso è quindi la base ideale per pianificare nuovi servizi da offrire nel prossimo futuro. 

In mano ai robot

Sempre secondo Frost&Sullivan, i robot entreranno di forza nel mondo del car sharing. Inizialmente le auto si parcheggeranno da sole e poi si recheranno in autonomia a prelevare i clienti. Per questo car2go ha già effettuato una precisa mappatura delle zone nelle varie città in cui la richiesta è più alta e continua. Questo ottimizzerà il servizio per i clienti ma aiuterà anche le città a superare i problemi di congestione. Sarà possibile, infatti, ridurre anche della metà il numero dei veicoli delle flotte.

Tag

Auto Elettrica  · Auto robot  · Car Sharing  · Car2Go  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Il car sharing di Mercedes presente a Milano, Roma, Firenze e Torino può oggi contare su oltre 200 mila abbonati. In arrivo Smart nuove e (forse) elettriche