Ultimo aggiornamento  25 giugno 2019 12:18

Mercedes, con Carofiglio e Google il primo libro adattivo.

Monica Secondino ·

Mercedes Benz ha nel proprio dna la continua ricerca tecnologica, l’innovazione e la ricerca di nuove soluzioni intelligenti che si adattino ai continui cambiamenti, sia del mercato che dei consumatori. E’ Cesare Salvini, Direttore Marketing di Mercedes Benz Italia, che spiega questi concetti: “L’auto non è più un mezzo per andare da A a B e non è più neanche un elemento che rappresenta uno status. Le auto oggi sono dei veri e propri robot che pongono l’uomo al centro in tanti ambiti diversi, uno di questi è la sicurezza e quando in Mercedes si parla di sicurezza non si può non citare la trazione integrale intelligente 4MATIC.”

Libri che si adattano al contesto dove si è

Tecnologia che attraverso la collaborazione di protagonisti della trasformazione digitale è possibile raccontare in un modo assolutamente nuovo e coinvolgente. Magari partendo da una realtà analogica, come il libro, che diventa realtà adattiva in un esperimento realizzato con due partner d’eccezione: Gianrico Carofiglio, che ha firmato il libro e la sede di Google Italia a Milano, per lanciarlo, poiché nel testo si sfruttano le tecnologie di localizzazione della casa di Mountain View. Ed è proprio Fabio Vaccaronno, Country Manager di Google Italia, che introduce questo esperimento. Ben 6 miliardi di persone entro il 2020 saranno collegate in rete, avranno dei device e navigheranno. L’esperienza della lettura quindi subirà sicuramente delle evoluzioni e, con questo esperimento di Mercedes, si iniziano a testare le nuove frontiere della letteratura: un racconto che vive sul device e si modifica a seconda di dove si trova il lettore e di quello che sta facendo.

E’ poi Gianrico Carofiglio a spiegare in profondità il concetto di “opera aperta”: scrivere e leggere sono due elementi complementari di un unico processo. In un libro è quasi più importante quello che non si scrive, sono gli spazi vuoti quelli che creano il completamento tra il lettore e lo scrittore. Lui, che ha un rapporto “amichevole” con la tecnologia e usa come sua auto quotidiana una Smart, ha accettato volentieri di fare questo esperimento di storytelling adattivo visto che da Mercedes ha ricevuto alcuni vincoli che però non ha considerato come limitativi: al contrario, avere alcuni paletti da rispettare toglie quell’indecisione che a volte proviene dall’eccesso di libertà. “Il limite può moltiplicare le nostre capacità, diventando opportunità”.

Ecco quindi che così è nato “La forma delle nuvole”, un racconto online che raccoglie le informazioni del lettore come il luogo in cui si trova, il giorno, le condizioni climatiche del momento in cui interagisce con il libro creando un’esperienza unica: un libro diverso per ogni lettore. Carofiglio ha scritto 32 parti che si combinano diversamente creando storie diverse, in base al contesto. Un concetto che si lega perfettamente alla trazione intelligente 4matic di Mercedes che è capace di adattarsi in tempo reale alle mutate condizioni stradali e meteorologiche, per garantire sempre la massima sicurezza e il piacere del viaggio. Mondi vecchi e nuovi che all'improvviso si incontrano.

Tag

Carofiglio  · Google  · libro  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Mountain View ha accelerato la sperimentazione: c'erano voluti 6 anni per raggiungere il traguardo del primo milione, sono bastati 16 mesi per arrivare al secondo

 

· di Redazione

Un top manager dal portale degli affitti di casa a capo del progetto X di Mountain View. Obiettivo: lo sviluppo commerciale dell’auto a guida autonoma