Ultimo aggiornamento  15 dicembre 2018 09:37

Aev, le moto sempre in piedi.

Antonio Vitillo ·

Si allarga lo scenario delle moto elettriche auto-bilanciate. In gergo definite Aev, alcune somigliano a piccole auto a due ruote e sono protagoniste di vari start up, dalla Cina, dove la Lingyun sarebbe prossima a commercializzare la sua prima moto con giroscopio, agli Stati Uniti, patria di quella Lit Motors i cui ingegneri non pochi sospetti avrebbero sulla clonazione del loro datato prototipo C1 da parte degli asiatici.

Vecchio Continente all'attacco

In mezzo, in Europa non si sta certo a guardare: la tedesca Bmw, in occasione dei festeggiamenti del centenario, ha mostrato la Vision Next 100, una due ruote con tecnologia a giroscopio che, in futuro, grazie alla virtuale impossibilità di cadere, potrebbe essere guidata senza casco protettivo. La cosa dovrebbe essere possibile anche con la moto in versione Aev rappresentata dalla Thrustcycle Enterprises: come la concorrente bavarese anch’essa si presenta senza l’abitacolo di protezione per il pilota. In quel di Honolulu, Hawaii, dicono piuttosto di aver già sviluppato un modello a carrozzeria chiusa, ma che la Gyrocycle vuole dare al pilota quanto più possibile la tipica sensazione d’immersione negli elementi atmosferici, inforcando la moto e con i piedi che possono toccare terra. Insomma, giroscopio o meno, la due ruote dovrà essere più moto che auto.

Aderenza garantita

La Gyrocycle adotta un sistema di volani interni che, creando un effetto giroscopico, mantengono la moto in posizione verticale e stabile sia durante la corsa sia da fermi. Poiché il sistema mantiene un piano fisso nello spazio, il veicolo avrà probabilità pressoché nulle di perdere aderenza quando è piegato in curva, dando al pilota un maggiore controllo e quindi aumentando notevolmente la sicurezza. Clyde Igarashi, co-fondatore Thrustcycle, dice che “la versione finale della Gyrocycle avrà una batteria capace di fornire un’autonomia di circa 130 chilometri ed una velocità massima di 121 km/h”. La sua produzione, all’inizio, sarà limitata. “Si prevede - dice ancora Igarashi - un ingresso sul mercato già dal 2017. Il prezzo non è stato ancora definito, ma dovrebbe essere inferiore ai 20.000 dollari”.

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la nuova procedure per conseguire il permesso di guida per le due ruote. Test a velocità più alta e maggiore sicurezza per i candidati

· di Antonio Vitillo

Nasce a Cambridge la sfida britannica alle moto elettriche. potente come una superato, silenziosa e con una straordinaria autonomia. Il tutto per un prezzo small

· di Antonio Vitillo

Svelata una tecnologia Honda, basata sull'intelligenza artificiale, che potrebbe aiutare i motociclisti a tenere sempre in equilibrio la due ruote

· di Antonio Vitillo

Il cuore è della MV Brutale 800 RR, la carenatura è made in Taiwan. il risultato è una moto dall'aspetto spettacolare con una aerodinamica tutta da verificare in strada

· di Antonio Vitillo

Presentata a Los Angeles la prima due ruote in tre dimensioni e con motore a scoppio. Estrema e bellissima, apre la strada ad altre concept

· di Antonio Vitillo

Il prototipo della società danese ha stracciato il precedente record di accelerazione per una due ruote. Andando pure a guida autonoma