Ultimo aggiornamento  18 novembre 2018 11:48

Europea e smart, il sogno di Pisa.

Marina Fanara ·

"Vogliamo diventare a tutti i costi una città smart ed europea". Ha le idee chiare Giuseppe Forte, assessore alla Mobilità di Pisa. Il Comune toscano ha da poco pubblicato due bandi per coinvolgere operatori privati e datori di lavoro su iniziative alternative ed ecologiche per gli spostamenti casa-lavoro e casa scuola. I bandi scadranno il prossimo 2 dicembre e i progetti scelti serviranno all'amministrazione per presentare una proposta organica e accedere ai 35 milioni di euro messi a disposizione dal governo per la mobilità sostenibile.

Alla ricerca di buone pratiche

"La nostra ambizione", continua a spiegarci l'assessore, "è ridurre progressivamente le auto in centro. Ma anziché seguire la strada della repressione, restrizioni e limitazioni al traffico, abbiamo scelto di formare un'avanguardia positiva che ci aiuti a incentivare le buone pratiche. Per questo chiamiamo a raccolta gli operatori privati e i datori di lavoro". La prima manifestazione di interesse pubblicata dal Comune è rivolta alla ricerca di partner come start-up, spin-off e realtà innovative nel settore dei trasporti alternativi. Il secondo bando è per individuare aziende disponibili a sostenere un sistema di buoni mobilità, tipo abbonamenti gratuiti ai mezzi pubblici, al car o bike sharing e buoni taxi, da concedere ai lavoratori che rinuncino all'auto di proprietà per andare e venire dal lavoro. In tal caso, la società in questione potrebbe beneficiare di un cofinanziamento da parte del Governo di almeno il 60% degli oneri sostenuti. 

Una mobilitazione in Comune

"Per elaborare un piano concreto e realistico", ci racconta l'assessore Forte, "abbiamo iniziato dal territorio dove si muovono ogni giorno almeno 200 mila dipendenti di enti pubblici. Il nostro Comune ospita realtà importanti come il il Cnr, l'università Sant'Anna, il polo ospedaliero pisano. Poi c'è da calcolare una gran mole di traffico pendolare e turistico". Ecco perché l'amministrazione ha deciso di lanciare l'iniziativa "Mobilitando Pisa": un questionario rivolto ai cittadini per conoscere le loro abitudini negli spostamenti quotidiani e analizzare approfonditamente la situazione.

Tutti sulle stesse strade

"Il questionario", continua Giuseppe Forte, "è stato molto prezioso. Innanzitutto c'è stata una notevole adesione: hanno risposto 6.300 persone e, di queste, ben 4.500 si sono dichiarate disponibili al cambiamento, come accettare di utilizzare la propria auto in car pooling o condividere il viaggio con altre perone. Ma l'aspetto più interessante è stato scoprire che tantissimi pisani si muovono sullo stesso tragitto, ognuno a bordo della propria auto: abbiamo individuato dai 10 ai 12 percorsi che potrebbero essere condivisi sullo stesso mezzo".

App e bonus ai cittadini smart

"Non vogliamo interventi spot", puntualizza ancora l'assessore, "ma un programma di azioni sistematiche. Per esempio, basandoci proprio sul fatto che i nostri cittadini condividono ogni giorno gli stessi percorsi, per prima cosa stiamo lanciando un'app, attraverso la quale gli interessati, passeggeri e conducenti, potranno accedere a un servizio di car pooling e, anche per questo, chiediamo il contributo di operatori privati pronti a sostenere un sistema di bonus, come sconti parcheggio per chi mette a disposizione la propria auto e tariffe ribassate per car, bike sharing e bus per chi la utilizza".

Per il prossimo futuro il Comune punta al lancio di un'analoga app per organizzare i percorsi casa-scuola, come la diffusione dei piedibus. In più, si sta lavorando su un sistema, in accordo con datori di lavoro e sindacati, che permetta ai dipendenti una maggiore flessibilità nell'orario nel caso in cui, utilizzando la bici o il bus, impieghino più tempo ad arrivare in sede. "Modi di trasporto più sostenibili", conclude l'assessore, "permettono di ridurre lo smog e i costi del trasporto: siamo convinti che il miglior guadagno sia proprio il risparmio".

Tag

Governo  · Mobilità sostenibile  · Pisa  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Il Comune contro traffico e smog. Piano da 1,5 milioni di euro: 13 stazioni di bike sharing, parcheggi e nuove ciclabili, 11 pedibus e buoni sconto per il bus

· di Redazione

Lavori al via per la ciclabile dal centro al sito ospedaliero più importante della città. Costerà 600 mila euro e sarà finanziata da Comune e Regione

· di Marina Fanara

Nasce in Friuli il progetto "Locations" per ridurre l'inquinamento nelle città marittime causato dalle navi da crociera. Coinvolge 5 paesi europei

· di Marina Fanara

Il Comune ha completato il suo progetto per diffondere nuovi modelli di mobilità: percorsi protetti per le bici e sconti per chi usa mezzi meno inquinanti

· di Marina Fanara

L'Automobile Club, sotto l'egida di ACI Storico, ha organizzato un raduno con 140 vetture d'epoca della scuderia Kinzica nei luoghi più suggestivi della città

· di Marina Fanara

Il Comune ha pubblicato un bando per progettare e condividere con la collettività nuove soluzioni sostenibili e sicure per gli spostamenti in città