Ultimo aggiornamento  26 maggio 2019 01:54

Leafy Savage, la custom si fa elettrica.

Antonio Vitillo ·

Negli Stati Uniti si sta delineando una nuova frontiera: la moto custom scopre il motore elettrico. La Leafy Savage è un esempio perfetto questo innovativo connubio: a realizzarla è stato tale Matt Candler, che non è un ingegnere, piuttosto è uno che al college fu quasi bocciato in elettronica, ma che armato soltanto di intuizione e un bel po' di fantasia prende una vecchia Suzuki Savage del 2002, il pacco batterie di una Nissan Leaf, rivende il motore a scoppio della moto, elimina tutto quello che non gli serve, taglia, assembla e infine crea una innovativa custom ecosostenibile.

150 chilometri di autonomia

La Leafy Savage ha le batterie al litio collegate in serie, che riescono a fornire una tensione di 116 volt; il picco di potenza è di 40 cavalli, quella continua è pari a 13. Il serbatoio è stato rimpiazzato con un caricabatterie da 3000W, capace di fare il pieno di energia in meno di tre ore e da qualsiasi presa domestica; l’autonomia dovrebbe aggirarsi attorno ai 150 chilometri. Il mozzo posteriore contiene direttamente il motore brushless Enertrac, per cui non c’è necessità della trasmissione finale, che in origine era a cinghia; quando si chiude la manopola dell’acceleratore, la polarità del motore si inverte, andando a ricaricare parzialmente le batterie.

La moto di domani 

Esteticamente e tecnicamente minimale, si accende con la chiave wireless, ha luci al Led e un disco freno anteriore, più un altro sulla ruota posteriore; la sella monoposto contiene il cavo per ricaricare. La Leafy Savage è una moto elettrica, ma non per questo vestita del solito rigore. Piuttosto, in quanto custom, è originale, un po’ anarchica: non è stata pensata proprio per andare in ufficio: è una custom per biker del terzo millennio.

Tag

Custom  · Moto  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Nasce dalla fantasia di tre esperti milanesi una due ruote perfettamente adattabile ai desideri del compratore. Elettrica e potente, si controllerà via app