Ultimo aggiornamento  14 dicembre 2019 19:20

Trump, l'America cambia strada.

Paolo Borgognone ·

A poche ore dall'elezione di Donald Trump a 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America, quando ancora non si erano spenta l'eco della festa alla Trump Tower a New York, già si è cominciato a pensare a come il nuovo corso uscito dalla urne americane potrà influenzare il futuro politico ed economico della nazione e, quindi, del mondo. 

Lettera a Washington 

Fra i primi a prendere carta e penna e a scrivere una letterina ben dettagliata - otto pagine di richieste e proposte -  al nuovo inquilino della Casa Bianca, sono stati i pezzi grossi della Alliance of Automobile Manufacturers, l'associazione delle Case produttrici di auto che comprende il meglio del settore, come Fiat Chrysler, General Motors, Ford, Toyota, Mercedes Benz Usa e altri ancora, in rappresentanza del 77% del mercato americano. Nel mirino, tanto per essere chiari, le regole - imposte da Washington nel 2009 in cambio degli aiuti alle grandi imprese del settore in crisi - riguardo le emissioni e i consumi. Nelle intenzioni della precedente amministrazione, il 2025 doveva essere l'anno in cui sarebbero scattate regole molto severe con obiettivi ben precisi come quello di una percorrenza di 54,5 miglia per gallone di benzina consumato mediamente per auto. 

Come evitare le multe

Secondo gli autori della lettera a Trump - gli  stessi che già nello scorso settembre si erano rivolti ad Obama affinché riconsiderasse alcune delle sue scelte - il basso prezzo del greggio e la relativa scarsa diffusione delle auto a basse emissioni, elettriche in primo luogo, imporrebbe una totale "revisione e aggiustamento delle regole" stabilite dal governo. In particolare viene fatto riferimento alle disposizioni a favore della mobilità autonoma ed elettrica proprio dello scorso settembre. Le grandi marche lamentano che le norme attualmente in vigore potrebbero costare loro milioni di dollari, soprattutto in multe che potrebbero essere appioppate ai produttori dall'ente che si occupa negli Usa di traffico e sicurezza stradale, l'Nhtsa. Per questo viene chiesto alla nuova amministrazione di istituire una commissione apposita per approfondire l'argomento e trovare soluzioni che vadano bene per tutti. 

Smantellare l'Epa

L'amministrazione - in realtà non ancora insediata - di Trump non ha per ora commentato la lettera ricevuta dalla Alliance of Automobile Manufacturers. Quello che sappiamo, tuttavia, è che nel corso della sua campagna elettorale il tycoon divenuto nel frattempo presidente aveva messo in chiaro che già nei suoi primi 100 giorni alla Casa Bianca sarebbe intervenuto sull'argomento ambiente per rendere meno restrittiva la legislazione in materia. All'ordine del giorno della nuova amministrazione ci sarebbe anche lo smantellamento della Epa, l'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente.

Tag

Donald Trump  · NHTSA  · Obama  · Stati Uniti  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Il nuovo presidente francese crede nella mobilità pulita. Nel suo programma premi a chi rottama l'auto vecchia e bonus per i veicoli elettrici. Non senza qualche contraddizione

· di Paolo Borgognone

Il presidente eletto degli Stati Uniti incontra a New York i vertici dell'innovazione a stelle e strisce e promette più affari per tutti. Apertura al commercio con la Cina

· di Patrizia Licata

Il neo presidente Usa ha attaccato a più riprese la green economy, le politiche sul clima e le fonti di energia alternativa. Guai per Tesla e l'auto elettrica?

· di Flavio Pompetti

Nel paese dell’America centrale si producono oggi 3,2 milioni di veicoli. Un buon motivo per il nuovo presidente statunitense di usare il freno a mano

· di Francesco Paternò

Il documento di settembre, le norme per una prima regolamentazione del settore, la visione degli Usa: parola al segretario ai Trasporti uscente, Anthony Foxx

· di Marina Fanara

Gli Stati Uniti varano un programma per accelerare la crescita dei veicoli a batteria e delle colonnine. Previsti 48 corridoi elettrici, in 35 stati, per oltre 40 mila chilometri