Ultimo aggiornamento  17 febbraio 2019 05:12

Il tetto solare di Tesla.

Flavio Pompetti ·

New York - Nuova conferenza streaming di Elon Musk fondatore di Tesla, questa volta dagli Universal Studios di Los Angeles, e dal set familiare sul quale si gira il serial televisivo Desperate Housewifes. Casette di periferia con l’erba inglese in giardino, grandi vetrate, e garage a fianco dell’abitazione.

Efficienza senza rivali

L’imprenditore sudafricano-americano ha mostrato tegole fotovoltaiche montate sul tetto delle abitazioni al posto dei pannelli. Piastrelle di vetro della grandezza di quelle di ardesia che ancora decorano tanta parte delle strade di periferia americana, e coperte da una resina prodotta dalla 3M che le fa somigliare a quelle di ardesia. Una volta installate funzionano come un collettore dell’energia solare, con un 98% di efficienza in più rispetto ai tradizionali pannelli che intendono rimpiazzare.

Il Powerwall per accumulare l'energia del sole

Il sistema funziona abbinato con Powerwall, il doppio accumulatore di energia da muro prodotto sempre dalla Tesla. Batterie agli ioni di litio da 14 chilowattora, capaci di alimentare per un giorno intero un’abitazione con quattro camere da letto, e tutti gli apparecchi elettrici che la contengono. Anche il Powerwall è giunto ieri sera alla seconda generazione, più leggero e capace di assorbire energia.

Auto e casa, un unico sistema energetico

Musk è stato avaro di dettagli riguardo al prezzo delle mattonelle. Ha solo detto che la spesa, aggiunta al risparmio sulle bollette, diventa competitiva in una nuova costruzione, o quando il proprietario di casa deve in ogni modo ricostruire il tetto della sua abitazione. Il ceo della Tesla è invece stato più esplicito quando ha parlato della necessità di consolidare le operazioni di Tesla e di Solar City, responsabile per la costruzione delle batterie e delle cellule fotovoltaiche: le due aziende diventano complementari in un progetto onnicomprensivo, nel quale Tesla punta ad entrare nelle case dei suoi clienti, rifornirle di energia elettrica, e tenere in carica nel garage una vettura elettrica. Tutto sotto lo stesso ombrello di un marchio unico. Tra due settimane quando il board discuterà la fusione, vedremo se l’ennesimo sogno di Musk convince il resto della sua azienda.

Tag

Elon Musk  · Energia solare  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Nel terzo trimestre, il costruttore di auto elettriche californiano chiude in positivo anche il flusso di cassa con consegne superiori alle aspettative

· di Flavio Pompetti

Elon Musk, numero uno dell'azienda californiana ha deciso: chi vorrà noleggiare la propria elettrica potrà farlo con un'app. Riuscirà a fare business dove altri non riescono?

· di Flavio Pompetti

Le elettriche di Elon Musk sono pronte a viaggiare da sole. La Model 3 sarà automatizzata di serie, per le altre basteranno 8 mila dollari