Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2019 10:39

Wrc, Marco Signor tricolore.

Chiara Iacobini ·

Quanta strada nei suoi sandali - come diceva la famosa canzone -  quante gare, quanti progetti. Tanti i successi, molte le delusioni, e la crescita della consapevolezza di essere uno che andava forte e quella che, un giorno o l’altro, sarebbe riuscito a coronare il suo sogno, vincere il titolo italiano. Ora Marco Signor ha finalmente spezzato l'incantesimo e si è laureato campione d'Italia Wrc

Dal kart al titolo

Una vittoria, quella del pilota di Asolo - al volante di una Ford Focus WRC - che parte da lontano: da quando, con a fianco il padre, sfidava tutti nei kartodromi, riuscendo a mettersi in evidenza anche a livello europeo. Da quegli inizi ad oggi sono passati tanti anni, nei quali Marco ha soprattutto pensato a lavorare ed a metter su famiglia. senza rinunciare mai, però, a correre nei rally, rubando spazio proprio alla vita privata ed al lavoro. Signor ha vinto il titolo nazionale in coppia con il suo fidato navigatore Patrick Bernardi, al termine di un stagione nella quale è partito in ritardo per poi recuperare con un forsennato finale che lo ha visto vincere quattro gare consecutivamente.

Trionfo a Como

Una straordinaria volata, che si è conclusa sulle strade del Rally Trofeo Aci Como, gara di chiusura della terza serie tricolore dedicata alle World Rally Car, un campionato che in tre edizioni ha incoronato tre vincitori differenti: nel 2014 Luca Pedersoli, nel 2015 Manuel Sossella, e quest’anno dopo uno splendido duello con Pedersoli, Marco Signor. Sulle strade intorno al Lario Marco Signor si è saputo imporre con assoluta decisione, dominando, vincendo sei speciali su otto, e rifilando un distacco complessivo di 34''4 a Pedersoli, il suo avversario nella corsa per lo scudetto. Qualche problema invece per Paolo Porro, in coppia con Paolo Cargnelutti, altro grande protagonista del campionato, che ha disputato una gara frenata da problemi tecnici alla sua loro Ford Focus WRC. Porro, terminando nella sua Como al quinto posto dell’assoluta, si è classificato terzo di Campionato.

Gli altri protagonisti

Gara in sordina per Corrado e Luigi Fontana, Hyundai i20 WRC e Fiesta WRC, e un po’ di sfortuna per Felice Re a bordo di un’altra Ford Focus WRC, che si è dovuto ritirare dopo una buona gara nella seconda giornata del rally. TRa le R5 alla gara comasca, tornato per fare più chilometri in vista della prossima stagione sportiva, il varesino Andrea Crugnola navigato da Michele Ferrara con una Ford Fiesta R5 che ha corso una buona gara terminando sesto assoluto. Ottimo risultato poi per l'equipaggio CST Sport formato da Marco Pollara e Giuseppe Princiotto. I due, selezonati per il supercorso federale Acisport di fine anno, in veste ufficiale sulla Skoda Fabia Super 2000 gommata Michelin hanno corso una gara di tutto rispetto vincendo la categoria e chiudendo con il settimo posto assoluto nella gara conclusiva di Campionato Italiano WRC. L’appuntamento lariano ha emesso il suo verdetto finale anche nel Suzuki Rally Cup dove autori di una splendida corsa tra le Swift R1Bdi Corrado Peloso e Simone Rivia. Fino all’ultima curva i due si sono battagliati e sull’ultima prova lo sprint finale dell’aostano ha consolidato la sua leadership nella nona edizione del monomarca della casa giapponese. L’appuntamento con il Campionato Italiano WRC è dunque rimandato al 2017.

Tag

ACI  · Como  · Marco Signor  · Rally  · Wrc  · 

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Definito il calendario della quarta edizione del campionato italiano Wrc. Sei gare su e giù per l'Italia per una stagione tutta da vivere

· di Luca Bartolini

Dopo le vittorie nel Rally del Salento e nel Marca Trevigiana il veneto si ripete anche nel Rally Internazionale San Martino di Castrozza e Primiero