Ultimo aggiornamento  25 giugno 2019 12:07

Wrc italiano, a Como si sceglie il campione.

Chiara Iacobini ·

Campionato Italiano Rally Wrc atto finale. Sulle strade che si inerpicano lungo le montagne e scendono tra le valli a cornice al lago di Como, si gioca la partita decisiva di quella serie che da ormai quattro anni rende giustizia, riportandola in primissimo piano, alla categoria delle vetture Wrc. Vere vetture da corsa dei rally -  regine in campo internazionale - ma quasi bandite dalle serie nazionali in nome del contenimento dei costi, a favore delle belle ma meno potenti e spettacolari R5.

Titolo in bilico

Si corre quindi, e si corre dopo una lunga stagione con un duello all’ultima curva tra Luca Pedersoli e Marco Signor, un duello che vale un titolo ma su quale influiranno sicuramente le prestazioni di tanti altri piloti e tante altre vetture confluite, nelle gara organizzata dall’Automobile Club Como, a formare un vero e proprio “mundialito” di categoria. Incredibili numeri al via con ben 12 World Rally Car e tra questa molte in grado di aggiudicarsi la vittoria in corsa. Toccherà quindi , come da tradizione ormai, al rally Trofeo ACI Como di assegnare il titolo , gara che incentivata dal coefficiente maggiorato per il punteggio finale, si prospetta ricco di emozioni, sport e spettacolo.

Folla sul lago

104 gli equipaggi in totale compresi quelli della gara valida per il Regionale (coeff. 2). Due i principali attori di Campionato: Luca Pedersoli e Marco Signor. Il driver bresciano, navigato da Anna Tomasi, a bordo della Citroen C4 Wrc e comanda la classifica assoluta della serie tricolore con 61 punti contro i 52,5 del pilota veneto, insieme a Patrick Bernardi, con la Ford Focus WRC. Ma, la partita si prospetta ricca di incertezza, se si considera che Pedersoli deve ancora “scartare” il peggior risultato, quello ottenuto all’Elba, mentre Signor ha già scartato. In ordine di classifica ci sarebbe poi l’empolese Tobia Cavallini che per questo appuntamento non potrà partecipare, e quindi rinunciare al titolo tricolore di questa edizione.Tra i protagonisti presente il driver di casa Paolo Porro e il fidato Paolo Cargnelutti, che nonostante siano fuori dai giochi per i lo scudetto 2016, cercheranno di correre una gara di tutto rispetto. A “disturbare” la corsa, tornano poi alla carica, gli altri della serie, i comaschi Corrado e Luigi Fontana, Hyundai i20 WRC e Fiesta WRC, Felice Re a bordo di un’altra Ford Focus WRC, l’elvetico Federico Della Casa su Fiesta WRC. Tutti in grado di inserirsi nel discorso vittoria e di influire con i loro piazzamenti sulla classifica finale del campionato. Sempre della serie tricolore nella classe R5 si affronteranno il pilota di Schio Efrem Bianco su Skoda Fabia e, Antonio Forato con Peugeot 208 T16. A Como - sempre tra le R5 - torna da outsider il varesino Andrea Crugnola navigato da Michele Ferrara con una Ford Fiesta R5.Davvero molti inoltre i possibili interpreti che possono sfilare punti a partire dal vincitore delle ultime due edizioni a Como, Manuel Sossella (Ford Fiesta WRC). Presente anche il bresciano Stefano Albertini, anche lui su altra Ford Fiesta WRC. Vanno ad arricchire ulteriormente l’elenco partenti, le vetture WRC guidate da Davide Medici, Marco Paccagnella e Mirko Puricelli. Al via anche l’equipaggio siciliano formato da Marco Pollara e Giuseppe Princiotto, secondi nel CIR Junior e selezionati per il Supercorso Federale Acisport, che correranno a Como nell’ambito del Michelin Rally Cup a bordo di una Skoda S2000.

Tutte le classi 

Gli altri iscritti al C.I.WRC e pronti a gettarsi all'attacco per vincere le classi sono poi Paolo Oriella, Peugeot 207 S2000, il piemontese Under 25 Alberto Rossi con la Clio 1600; Paolo Benvenuti, Renault Clio R3C, Roberto Vescovi, Clio R3C, Claudio Conforti Galli con la Toyota GT 86 R3, Peter Giacomin, Citroen R2B e, Moreno Cambiaghi con la Clio RS gruppo N3. L’appuntamento lariano emetterà il suo verdetto finale anche nel Suzuki Rally Cup. In gara a Como presenti le quattro Swift in versione R1B del trofeo che vede attualmente al comando Corrado Peloso inseguito da Simone Rivia. Il Rally si avvierà con lo start ufficiale oggi alle ore 15.01 in Piazza Cavour, nel cuore di Como. Gli equipaggi poi affronteranno le prove di “Nesso-Veleso-Zelbio”(4,70 km) e “Ghisallo” (11,24 km) da ripetere due volte. Per quanto riguarda sabato 22 invece sarà la volta delle difficili prove speciali di “Alpe Grande” (8,86 km) e la più lunga “Val Cavargna”(29,72 km) e la conclusione della gara di nuovo a Como si terrà alle ore 17.01. 109,04 i chilometri di otto prove speciali immerse in un percorso totale di 407,69 km

Tag

ACI Sport  · Como  · Rally  · Wrc  · 

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Dopo una lunga rincorsa, partita dai kart e dai campionati minori, il pilota veneto della Ford conquista il suo primo titolo nazionale Wrc. Decisiva la vittoria a Como

· di Luca Bartolini

Dopo le vittorie nel Rally del Salento e nel Marca Trevigiana il veneto si ripete anche nel Rally Internazionale San Martino di Castrozza e Primiero