Ultimo aggiornamento  25 settembre 2020 13:42

Chiamata d'emergenza sulle moto.

Redazione ·

Secondo una nuova normativa europea, la tecnologia Ecall sarà obbligatoria dal 2018, ma solo per auto e veicoli commerciali leggeri. Il sistema, che prevede anche l’adozione di un’infrastruttura di supporto a livello continentale, è di fatto un dispositivo elettronico che, in caso di necessità, è abilitato a lanciare un’immediata e dettagliata richiesta di aiuto, agevolando e velocizzando i soccorsi.

Per un motociclista

Sebbene ancora non esistano precise indicazioni normative sulle due ruote, c’è già chi si sta impegnando a realizzare un dispositivo di chiamata che possa soddisfare le eventuali necessità di emergenza di un motociclista. Fra questi la tedesca Digades, che ha da poco messo in commercio il “dguard”, un apparecchio in grado di riconoscere automaticamente un incidente e, quindi, stabilire una comunicazione con la postazione di soccorso più vicina.

Nel caso l’infortunato riesca a comunicare, può avvertire direttamente i soccorsi, in caso contrario ci pensa il "dguard" a fornire in automatico, nella lingua del posto, le coordinate Gps sul luogo dell'incidente. Un’applicazione per smartphone associata al dispositivo, attraverso lo stesso sistema, può inoltre avvisare del tentativo di furto e tracciando l’eventuale fuga dei ladri agevolare il recupero della moto.

Tag

Moto  · Sicurezza  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Presto in produzione un sistema tutto italiano che aumenterà la sicurezza dei motociclisti. Il casco servirà da segnalatore luminoso e per l'eCall

· di Antonio Vitillo

Giovanni Copioli eletto al vertice della Federazione Motociclistica Italiana. Rinnovati anche gli organi principali di governo

· di Antonio Vitillo

Meno imponente delle consorelle più potenti, la neonata della Casa giapponese coniuga maneggevolezza, facilità di guida e risparmi di carburante

· di Antonio Vitillo

Il prototipo della società danese ha stracciato il precedente record di accelerazione per una due ruote. Andando pure a guida autonoma