Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 22:28

Polonia, la ciclabile che si illumina.

Paolo Borgognone ·

Siete fra coloro che pensano che la sicurezza sia noiosa o poco spettacolare? Per ricredervi, zaino in spalla per un bel giro nelle Masurie, una regione poco conosciuta della Polonia nord-orientale, non lontana dai confini con la Bielorussia e la Lituania

L'anello blu

Qui, nella cittadina di Lidzbark Warminsky - già assurta agli onori della storia per essere stata teatro di una battaglia tra Napoleone e la Quarta Coalizione nel 1807 e chiamata fino al 1945 col nome tedesco di Helisberg - è stata appena presentata una pista ciclabile che si illumina quasi magicamente nella notte: assumendo un bellissimo colore blu, permette di percorrerla in tutta sicurezza anche nelle ore buie.

Niente sprechi 

La pista - realizzata da un istituto tecnologico locale - è fatta di particelle di luminoforo, un materiale sintetico derivato dal fosforo che si "carica" durante le ore di sole e rilascia l'energia assorbita sotto forma di luce nel corso della notte. Secondo i suoi creatori, la pista blu può "brillare" per dieci ore consecutive senza ricorrere a nessun'altra fonte di energia  esterna. Chi l'ha realizzata ha anche voluto ricordare che, a seconda del tipo di materiale usato per pavimentarla, la pista potrebbe assumere altre colorazioni. Il blu è stato scelto, in questo caso, perché si armonizza al meglio con l'ambiente circostante (le Masurie sono una regione lacustre, dalla natura ancora molto selvaggia e il panorama è costellato di piccoli specchi d'acqua).

Starry night 

L'idea di un percorso che si illumina di notte non è nuova. Nel 2015 - in occasione dell'anno dedicato al grande pittore Vincent Van Gogh, morto in Francia nel 1890 - il designer olandese Daan Roosengarde realizzò una pista ciclabile che si illuminava di notte nella cittadina di Nuenen, nel Brabante settentrionale, come tributo al dipinto "Notte Stellata" del 1889 oggi conservato a New York che ispirò la famosa canzone "Vincent", di Don McLean, del 1973. A differenza della pista oggi in sperimentazione in Polonia, che è totalmente "pulita", quella olandese utilizzava la tecnologia dei Led, combinata con una particolare vernice capace di raccogliere ed emettere luce.

Tag

Bici  · Mobilità ciclabile  · Polonia  · Van Gogh  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Si chiamerà Radbahn - più o meno autostrada per biciclette - il nuovo progetto bike-friendly di stampo scandinavo presto operativo a Berlino

· di Marina Fanara

Sarà inaugurata nel 2017, per il 150esimo compleanno del Paese: 24 mila chilometri di pista ininterrotta, dall'Atlantico al Pacifico, tra città, fattorie, laghi e montagne