Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2019 10:44

Citroën, il Picasso è servito.

Redazione ·

La Citroën C4 Picasso e la sua sorella maggiore Grand Picasso si rifanno il trucco a tre anni dalla presentazione ai mercati nella loro seconda generazione. Niente di rivoluzionario, ma tanta attenzione al miglioramento della vita a bordo – la "ragione sociale" di una monovolume destinata principalmente alle famiglie – e ai sistemi di sicurezza attiva.

Nuovo frontale

Dal punto di vista estetico, le nuove Citroën Picasso hanno un nuovo frontale, nuovi fari posteriori effetto 3D di serie, sfoggiano la possibilità di avere un tetto bicolore e offrono quattro tipologie di allestimenti personalizzabili per l’abitacolo, tutte mirate alla vivibilità.

Il comfort

Auto giusta per fare viaggi , la Citroën Picasso fa del comfort il suo punto di forza, atout proprio della storia del marchio (ricordate le celebri sospensioni idrauliche?). La monovolume, che ha un lunghezza di 4 metri e 44 centimetri nella versione cinque posti e di 4 metri e 60 nella versione a sette, adotta nuove tecnologie intuitive e utili, come il portellone che si apre senza chiave su un bagagliaio di capacità dichiarata pari a 537 litri nel primo caso, di 630 nel secondo (viaggiando in cinque e ripiegando nel pianale i due sedili della terza fila).

La tecnologia

In chiave tecnologica, la Citroën Picasso aggiornata si presenta con un nuovo sistema di connettività Connect Nav, associata al nuovo schermo touch pad da 7 pollici. Ci sono diversi sistemi di sicurezza attiva, fra cui la frenata automatica, il rilevatore di stanchezza del guidatore (coffee break alert), rilevatore angolo cieco specchietto retrovisore e altro ancora. Nell’occasione, alla gamma delle motorizzazioni viene aggiunta una nuova motorizzazione benzina tre cilindri PureTech da 130 cavalli, di serie start e stop e cambio automatico a sei rapporti.

Tag

Citroën  · Monovolume  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

A Ericeira, sulla costa atlantica lusitana, si sono riunite oltre 2.000 Citroën d'epoca per l’annuale incontro tra appassionati della mitica berlina francese

· di Marco Perugini

Non è un furgone e su strada si comporta come una monovolume: una valida alternativa al suv per le famiglie numerose