Ultimo aggiornamento  23 marzo 2019 05:12

La Skoda ti cerca.

Roberto Sposini ·

Il mercato dell’auto va e Skoda fa meglio di molti altri, con performance di crescita sull’anno a doppia cifra, +23,71 per cento nei primi otto mesi in relazione allo stesso periodo del 2015. E anche se non ha una gamma completissima, con modelli come Fabia, Octavia, Superb e soprattutto il suv Yeti piace parecchio agli italiani, che piano piano stanno imparando a coniugare nell’auto budget e qualità senza il rischio di vergognarsi al bar sotto casa. Le cose andranno anche meglio con l’arrivo della Kodiaq, suv fra i protagonisti dell’imminente Salone di Parigi.

A chi piace

Ma a quali italiani piacciono le auto costruite nella Repubblica Ceca dal marchio del gruppo Volkswagen? A giudicare dal protagonista dell’ultimo spot, tutto italiano e intitolato “Semplicemente”, Skoda piace (o vorrebbe piacere, chissà) all’uomo “normale”, quello che come tutti noi è alle prese con gioie, tristezze, dubbi e perplessità della vita. Un uomo sulla cinquantina che interpreta in sessanta secondi uno spaccato di vita italiano. Un uomo che rifugge dall’ubriacatura dei social per cercare cose vere e concrete. Che il messaggio sia “vere e concrete” come una Skoda? Forse. O meglio anche.  

Lo spot – sottolineano in Skoda - non è un rifiuto della modernità (anche se sembra) e del mondo digital. Piuttosto un inno alla vita reale,  alla consapevolezza del sé, senza cercare il consenso sui social svendendo vite e ricordi in cambio di like facili.

Un linguaggio diretto

Sarà davvero questo l’obiettivo dello spot? “Skoda vuole avvicinare così tutti quelli che condividono gli stessi valori e la stessa attitudine, accostandoli al modo intelligente e pragmatico con cui il brand pensa le proprie automobili”. Insomma, una campagna nazionale che spinge a riflettere sui valori della vita, con un linguaggio diretto, semplice e concreto. Come una Skoda, che poi tanto semplice non è più da molto tempo.

Tag

Skoda  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La terza generazione dell’ammiraglia boema è stata arricchita nei sistemi di assistenza alla guida, disponibili al completo e inclusi allestimenti superiori

· di Redazione

Ventuno ragazzi dell'Accademia di Design della Casa ceca hanno realizzato l'Element, il concept di un buggy elettrico derivato dalla Citigo

· di Enrico Artifoni

Svelate le forme e tutti i dettagli del modello di tendenza destinato a dare ulteriore slancio alla marca boema, tenendo fede ai valori di spaziosità e funzionalità