Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 20:20

Milano, un milione di euro per i diesel.

Marina Fanara ·

E' pari a 988 mila euro la cifra stanziata dal comune di Milano per rendere più "pulita" la distribuzione delle merci in città. Si tratta di contributi che Palazzo Marino ha deciso di assegnare, tramite bando, per l'acquisto e l'installazione di filtri anti particolato sui veicoli merci di ogni categoria (N1, N2, N3). L'importante è che i rispettivi proprietari, autotrasportatori in conto proprio o in conto terzi, padroncini o imprese di trasporto, siano residenti o abbiano sede legale in Lombardia.

Incentivi per adeguarsi a Euro 5

L'importo del contributo non può superare il 40% dei costi d'acquisto e installazione, con un massimo di 3.600 euro per ogni dispositivo. Può essere utilizzato solo per la dotazione di filtri in grado di garantire un livello di emissioni di polveri sottili, pari o inferiore a quanto stabilito dalla normativa Euro 5 (5 mg/km).

Il Comune: insieme contro lo smog

"L'obiettivo è migliorare la qualità dell'aria", ha dichiarato Marco Granelli, assessore Mobilità e ambiente di Milano commentando gli incentivi stabiliti dal comune, "ma, per questo, amministratori e cittadini devono collaborare fianco a fianco. Con questo bando lo stiamo dimostrando: noi mettiamo risorse a disposizione dei proprietari dei veicoli più inquinanti che decidono di adottare un dispositivo in grado di abbattere le emissioni. Speriamo che anche la regione Lombardia contribuisca allo sforzo di ammodernamento del parco circolante e definisca misure restrittive che limitino il transito ai veicoli più obsoleti".

Tag

Diesel  · Incentivi  · Inquinamento  · Milano  · Polveri Sottili  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Debutta nel cuore del centro storico della Capitale, una postazione per condividere un veicolo commerciale a batterie per le consegne a zero emissioni

· di Paolo Borgognone

Sono lo spauracchio della nostra salute, pericolosissimi inquinanti che avvelenano l’aria che respiriamo ogni giorno