Ultimo aggiornamento  12 novembre 2019 17:36

Monza, la stretta di mano che vale più di una firma.

Redazione ·

All'Autodromo di Monza, alla vigilia del 87esimo Gran Premio d'Italia, il Presidente dell'ACI Angelo Sticchi Damiani e il Presidente di Formula One Management Bernie Ecclestone hanno siglato l'accordo di rinnovo del contratto in base al quale, per i prossimi tre anni, il Gran Premio d'Italia si correrà sul circuito brianzolo.

"Una bellissima avventura"

"La vera sfida inizia lunedì - ha detto in una conferenza stampa Sticchi Damiani - non si poteva prescindere dalla storia. L'aspetto economico passa in secondo piano. L'accordo c'è ed è stato firmato oggi, anche se il contratto formalmente sarà siglato a Londra per esigenze di giurisdizione. Una bellissima avventura da correre tutti insieme. Il percorso è stato lungo ma il risultato è eccezionale. Ringrazio anche Flavio Briatore che ci è stato sempre vicino".

Presenti Todt e Maroni

Parole confermate in pieno dal presidente della FOM: "Per me - ha detto Ecclestone - è molto importante aver siglato l'accordo oggi. Sarà valido per 3 anni e spero possa durare altri cento", e giù applausi in sala. "Sono molto contento di questo". 

Alla conferenza stampa sono stati presenti anche Jean Todt, presidente della FIA (la Federazione internazionale dell'automobile) e Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia. 

"L'accordo è molto importante - ha commentato Todt - ed è una conclusione dovuta. Se non andrà avanti per cento anni come ha detto Bernie, spero almeno per altri cinquanta". Parole di elogio anche da parte di Maroni: "Ringrazio Sticchi Damiani per l'impegno profuso".

Tag

Formula 1  · Gp Monza  · Sticchi Damiani  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Come era stato annunciato lo scorso settembre, siglato l'accordo tra Bernie Ecclestone e Angelo Sticchi Damiani: il gran premio rimane in Italia