Ultimo aggiornamento  30 settembre 2020 01:58

Cattelan, spaghetti in salsa BMW.

Paolo Borgognone ·

Pensi ad Arles e ti viene in mente l'anfiteatro risalente ai tempi di Vespasiano, uno dei più grandi e meglio conservati al mondo, che fece dire al viaggiatore dell'800 per antonomasia, lo scrittore americano Henry James "... sono le rovine più belle e commoventi che abbia mai contemplato". Pensi ad Arles e ti viene in mente il sole della Provenza, il profumo di lavanda che arriva dai campi viola, il cielo stellato che stregò Vincent Van Gogh che definiva la notte provenzale "...più ricca di colori del giorno". 

Arte moderna 

Pensi ad Arles e ti viene in mente uno dei più importanti appuntamenti con l'arte di Francia, Les Rencontres d'Arles - Festival of Photography - punto di incontro delle giovani generazioni di artisti e fotografi del vecchio continente e non solo. Proprio qui ad Arles - anche se si sarebbe ritirato dalle scene nel 2011 - è tornato a far parlare di se Maurizio Cattelan, forse una delle voci più alte dell'arte contemporanea del nostro Paese. E lo ha fatto a suo modo, sovvertendo ogni regola, presentando in mostra una "spaghetti car", una BMW i3, realizzata insieme con il fotografo Pierpaolo Ferrari.

Pezzo unico da distruggere

L'auto - che la stessa società bavarese ha confermato non essere un a BMW art car come quella disegnata nel 2010 da Jeff Koons e che ha gareggiato nella 24 Ore di Le Mans ma che nelle intenzioni dovrà essere distrutta dopo il 25 settembre quando terminerà la kermesse provenzale - è stata creata dall'artista padovano nell'ambito di un progetto denominato "Toilet Paper", ricoprendo un modello di i3 con una speciale pellicola.

Parola d'artista 

Presentando l'opera Cattelan ha scherzato: "Questa è di gran lunga la spaghetti-car più buona che abbia mai assaggiato. I miei sforzi per preparare una salsa per la pasta gustosa sono sempre falliti, nonostante abbia iniziato a cucinare 37 anni fa".

Tag

BMW  · Francia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Garage Italia Customs firma la livrea di una sportiva ibrida plug in di Monaco. Esemplare unico per i 50 anni di BMW Italia

· di Luca Bevagna

L'evoluzione delle celle al litio consente di aumentare l'energia contenuta nelle batterie, incrementando l'autonomia sempre più sufficiente all'uso in città. E fuori

· di Roberto Sposini

L'auto di Monaco a batteria è anche biologica. Con prestazioni e dinamica di guida tipiche del marchio tedesco