Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 13:57

CIT, tripletta Colciago-Honda a Magione.

Salvatore Tarantino ·

Roberto Colciago e la Honda Civc TCR 2016 schierata dalla JAS nei colori Ags sono stati i dominatori del terzo round di Campionato Italiano Turismo che si è corso sul circuito del Magione. Siglando la pole, la vittoria ed il giro più veloce in entrambe le gare del weekend umbro, il tre volte Campione Italiano consolida la sua leadership in classifica con un nuovo hat-trick perentorio che ha lasciato la bagarre solo alle sue spalle.

Lotta per il secondo posto

In gara 1 il secondo gradino del podio arriva nelle mani di Massimiliano Gagliano, al debutto sulla Leon DSG della Esse Motorsport, mentre al terzo posto chiude Romy Dall’Antonia che così consolida la terza piazza nel Campionato sulla Leon DSG di BF divisa con Samuele Piccin. In gara 2 e con un passo finalmente incisivo e per la prima volta nel weekend, Alberto Viberti (BRC), conquista la seconda posizione sfilando allo start l’altra Leon SEQ TCR di Enrico Bettera, terzo al traguardo al debutto stagionale nei colori Pit Lane ed in prima fila su entrambe le griglie di partenza.

Bagarre dietro 

Tra i grandi protagonisti nella lotta per le posizioni da podio, Alberto Biraghi conquista un’ottima quarta posizione in gara 1 sulla seconda Leon di BRC precedendo Viberti e Bettera, autore del secondo giro più veloce in piena rimonta dopo l’errore al via.

Sempre nella gara del mattino Daniele Cappellari chiude settimo davanti all’inviato di Striscia Jimmy Ghione, autore di un testacoda alla prima curva sulla terza Leon di BRC, dopo il sesto tempo in prova, mente è nona al debutto di categoria Marika Diana sulla seconda Leon di BF Motorsport.

In gara 2 e dopo una partenza di slancio che lo proietta subito al quarto posto, Jimmy Ghione, conserva la posizione fino alla bandiera a scacchi e gestendo anche gli attacchi sferrati da Gagliano.

Ancora battaglie

Nell’accesissima bagarre nelle posizioni di rincalzo, è invece Samuele Piccin (Leon DSG TCR BF Motorsport) a spuntarla per il sesto posto difeso fino al traguardo dagli attacchi di Biraghi, anche lui abilissimo nelle scintille con le altre Leon DSG TCR di Cappellari e Fabiani (BF Motorsport) che chiudono cosi in ottava e nona posizione.

Un mucchio selvaggio, quello composto da Fabiani, Biraghi, Cappellari, Piccin e Gagliano che, nell’ordine, saranno poi ascoltati a fine gara dai Commissari Sportivi proprio per la carica agonistica espressa in pista. La classifica viene così rivista a seguito della penalizzazione inflitta a Gagliano (+10 secondi), Piccin (+10”) e Fabiani (+25”) che così retrocedono settimo, ottavo e nono, mentre Biraghi e Cappellari salgono quinto e sesto.

Bassi doppio vincitore

Come da pronostico, il confronto per il TCS, il titolo tricolore riservato alle vetture di più stretta derivazione di serie, si chiude con le Leon Cupra ST wagon di Alberto Bassi e del direttore di Seat Italia, Peter Wyhinny, che tagliano il traguardo in prima e seconda posizione in entrambe le gare.

In testa al raggruppamento nelle prime fasi delle due gare ed ancora una volta vincente su Silvano Bolzoni nel duello di famiglia al volante delle Alfa Romeo Mito QV 1.4 Turbo di Tecnodom Sport, Kevin Giacon è 12esimo assoluto e terzo di categoria. Il 19enne padovano è ora in testa alla classifica assoluta del Campionato Italiano Turismo TCS.

Prossimo appuntamento con il Campionato Italiano Turismo nel weekend del 17 luglio nell’Autodromo del Mugello per il quarto round stagionale

Per rivivere tutte le emozioni del Turismo, video e foto su www.acisportitalia.it

Tag

Campionato  · Honda  · Magione  · 

Ti potrebbe interessare