Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 01:26

Sicurezza stradale: all'asilo diventa un gioco.

Marina Fanara ·

Da polveroso e grigio piazzale d'asfalto a lussureggiante e divertente parco del traffico in miniatura, per insegnare le regole agli utenti della strada in tenera età. La "magica" trasformazione è avvenuta in una scuola dell'infanzia romana, "Il giardino di Roma", alla periferia nord della città, per opera di Linaria, associazione no profit impegnata nella promozione della biodiversità e sostenibilità ambientale.

Un parco traffico del divertimento

L'idea, nata dalla mente creativa di Michela Pasquali, architetto paesaggista fondatrice dell'associazione, è stata realizzata su suggerimento delle insegnanti, tutte di estrazione "montessoriana", con lo scopo di creare un ambiente ludico-ricreativo ma al tempo stesso ad alta valenza didattico-educativa. "La nostra mission", sottolinea l'architetto Pasquali "è lo sviluppo di progetti green per la creazione di innovative e funzionali aree urbane da condividere con la collettività". "In questo caso", ha aggiunto, "abbiamo reso lo spazio antistante a questo asilo un sito da adibire a compiti di educazione stradale. Il messaggio è insegnare a questa giovanissima comunità che la strada è un bene culturale e sociale di cui tutti possono godere, ma è anche un luogo che può diventare denso di pericoli se non si rispettano norme corrette di comportamento".

Le regole del gioco

Ed è così che è nata questa location composta da una pista ciclabile e un piccolo percorso stradale, con tanto di segnali orizzontali e verticali, a ognuno dei quali è stata abbinata una regola del gioco dell'Oca. "Ci siamo resi conto che, trattandosi di bimbi molto piccoli, sarebbe stato difficile per loro interpretare i cartelli stradali", ci ha spiegato Claudia Coscarella, responsabile Comunicazione di Linaria. "Viceversa, sarebbe stato più agile per loro imparare i comportamenti corretti da tenere sulla strada associando i segnali alle regole di un gioco. E il più intuitivo ci è sembrato proprio il gioco dell'Oca".  

Il cartello-legenda affisso nel nuovo mini parco traffico dell'asilo ne riporta le istruzioni. Per esempio, il semaforo rosso corrisponde a fermarsi per due turni, al giallo o sulle strisce si salta un turno, al verde si può procedere di quattro caselle mentre, se c'è un un divieto di sosta, occorre tornare al punto di partenza. "Un'iniziativa unica e straordinaria", conclude  la responsabile della Comunicazione, "realizzata in appena un giorno lavorativo e che, con il sostegno di partner interessati all’argomento, abbiamo in programma di esportare in altre scuole della città".

Tag

Bambini  · Educazione Stradale  · Roma  · Sicurezza  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Premiati i tre migliori cortometraggi realizzati dai ragazzi delle scuole superiori di Roma nell'ambito della campagna sulla sicurezza Keep Calm and #Slow Down

· di Redazione

L'Automobile Club di Pescara ha organizzato una serata in discoteca per convincere i giovani a guidare con prudenza. L'evento ha coinvolto 600 studenti della zona

· di Marina Fanara

Crescono gli incidenti che coinvolgono i più piccoli, spesso a causa della superficialità degli adulti. I consigli del Trauma Center Pediatrico del Meyer di Firenze

· di Andrea Cauli

Fino al 25 maggio a Roma al Parco Scuola del Traffico dell’Eur, la seconda edizione della “Settimana della Sicurezza Stradale” promossa da TotalErg

· di Marina Fanara

È la nuova "superstrada" per i più piccoli di Casalmaggiore. Scorre ai margine del Po fino alla scuola e ai luoghi principali della città. Evitando i pericoli del traffico