Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 13:54

Nuova joint venture PSA in Iran.

Redazione ·

Il gruppo francese PSA sigla una nuova tappa in Iran con il suo partner Iran Khodro. Lo scorso 21 giugno, i due gruppi industriali hanno firmato l'accordo finale per la costituzione di una joint-venture per la produzione di veicoli di ultima generazione in Iran.

Giusto un anno fa, la fine delle sanzioni faceva seguito all’intesa – fortemente voluta dall’Amministrazione Obama - sui controlli nucleari da parte della comunità internazionale e accettata dal governo iraniano. Un sì che accelera il ritorno del business mondiale nel paese orientale, industria dell’auto inclusa. Nel 2014, in Iran sono state vendute 900.000 macchine e banche d’investimento come Rothschild prevedono un mercato da 3 o 4 milioni di pezzi entro la fine del decennio (dopo il picco pre-sanzioni di 1,6 milioni nel 2011). Oggi è già il primo mercato d’esportazione per i costruttori cinesi.

Tre modelli Peugeot

I francesi di PSA hanno una presenza importante nel Paese, con 4 milioni di veicoli circolanti a marchio Peugeot, capace di vendere nel 2011 oltre 450.000 macchine. Secondo Jean-Christophe Quémard, Direttore Medio Oriente Africa per il gruppo PSA, “questa joint-venture, il cui capitale sarà suddiviso al 50%, potrà investire fino a 400 milioni di euro nel corso dei prossimi 5 anni in impianti di produzione e in ricerca e sviluppo. Quest'investimento contribuirà allo sviluppo di uno strumento industriale competitivo per la produzione e la commercializzazione dei modelli Peugeot 208, 2008 e 301, equipaggiati con motorizzazioni di ultima generazione”.

Dal secondo semestre del 2017

L'accordo appena firmato prevede la creazione di una joint venture per l’impianto industriale di Teheran per la produzione di nuovi veicoli Peugeot di ultima generazione, su una piattaforma che servirà anche ad Iran Khodro a sviluppare i propri veicoli, la capacità di export e la ripresa delle relazioni contrattuali per la produzione dei veicoli del marchio Peugeot attualmente commercializzati in Iran. I primi veicoli usciranno dalle linee di produzione della fabbrica di Teheran nel corso del secondo semestre 2017.  Il gruppo francese non fa mistero di considerare l'Iran un “paese chiave nella strategia di sviluppo” della regione Medio Oriente Africa, il suo ”3° pilastro di crescita internazionale”.

Tag

Iran  · PSA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giulia Paganoni

Dopo 17 anni il marchio tedesco è di nuovo in affari con Teheran. Nel frattempo continua la (lieve) crescita delle vendite sul mercato internazionale