Ultimo aggiornamento  07 dicembre 2019 15:33

Dacia Sandero Hit Edition, a caccia di giovani.

Roberto Sposini ·

L’auto è una delle best seller del marchio Dacia, quella Sandero Stepway berlina compatta dall’ottimo rapporto qualità prezzo, l’auto giusta per famiglie razionali e con il senso del “concreto quotidiano”: cinque porte, un buon bagagliaio, un diesel millecinque da 90 cv e, soprattutto, un prezzo allettante (da 12.700 euro). Ma non tutte le famiglie sono uguali. Dunque, per quelle un filo più giovani (il target di riferimento della Sandero “normale” viaggia sul mezzo secolo), con la voglia di osare, che magari si considerano “unconventional”, forse anche per  qualche giovane single, ecco per loro da oggi c’è la Hit Edition, versione pop-rock in tiratura limitata, un progetto nato dalla filiale italiana Dacia e dallo specialista di car wrapping Luxury Skin, abituato a “pellicolare” dalle barche alle supercar, fino a tavoli e armadi.

Nuovo target 

Le differenze? Giocando appunto con il wrapping, la carrozzeria diventa nero opaco, sulle fiancate compaiono delle grafiche ispirate agli equalizzatori degli impianti hi-fi, retrovisori e spoiler sul tetto si tingono di rosso e i vetri scuri posteriori fanno sentire i passeggeri un po’ dei vip in incognito. Evidente la volontà di spostare il target verso il basso, nel tentativo (non facile) di raggiungere quei giovani che fino ad oggi non hanno inserito spesso la Sandero nelle loro car wishlist.

Hi fi da 120 watt

Ad ulteriore supporto dell’ipotesi, la presenza di serie sulla Hit Edition di un impianto hi-fi da 120 watt dedicato a “Chi vive a tutto volume”, come recita il claim della campagna di lancio: woofer e tweeter supplementari che dovrebbero piacere anche ai cosiddetti Millennials, ormai il target di riferimento per ogni auto compatta che si rispetti. Solo 100 esemplari, uno per concessionario: la Dacia Sandero Hit Edition non sarà una preda facile. Chi la vuole farà bene ad affrettarsi: i preordini sono già partiti sulla piattaforma digitale e si esauriranno il 6 di settembre. Poi, il 24 e 25 settembre ci sarà il porte aperte.

Prezzo "insindacabile" 

Il prezzo? 14.500 euro, prezzo “insindacabile” come da politica della Casa, con un unico allestimento che include vetri elettrici anteriori e posteriori, cerchi in lega da 16 pollici, clima manuale, sensori posteriori, navigatore e cruise control, in pratica una Stepway full optional “scontata” di 1.400 euro. E la politica delle limited edition continuerà a breve con la Duster, la suv secondo Dacia, presto in vendita anche lei in una versione speciale a tiratura limitata, questa volta ispirata alla montagna. 

Tag

Dacia  · Low cost  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giulia Paganoni

Il marchio low cost del gruppo Renault lancia una nuova serie chiamata Brave. In attesa di modelli totalmente nuovi

· di Andrea Cauli

Sempre più crossover: aumenta l'altezza da terra, cambiano frontale, posteriore ed equipaggiamenti. Migliora la qualità a prezzi invariati

· di Marina Fanara

Nella Formula SAE Italy, sul circuito di Varano, si sfidano gli studenti di tutto il mondo con i loro inediti progetti di auto da pista. L'AC di Parma a sostegno dell'iniziativa