Ultimo aggiornamento  08 dicembre 2019 02:07

Ogier firma la prima in Sardegna.

Marco Perugini ·

Il campione del mondo Sebastian Ogier e la sua Volkswagen Polo Wrc sono già al comando del Rally Italia Sardegna. Il francese, che ha vinto le ultime tre edizioni della corsa e guida la classifica generale 2016, si è aggiudicato la prima prova di Ittiri. Il suo dominio è ribadito dal miglior tempo nello shakedown del mattino, ossia le prove in assetto di gara prima dell’inizio del rally. A mettere a rischio la vittoria di Ogier è lo stesso pilota transalpino, che si è dichiarato pronto ad abbandonare la Sardegna per raggiungere la moglie nell’eventuale concomitanza della nascita del primo figlio.

Lo show di Ittiri tra migliaia di tifosi

La tappa italiana del mondiale Wrc si è aperta nell’Arena di Ittiri, a pochi chilometri dal quartier generale della manifestazione ad Alghero. Gli equipaggi si sono sfidati a coppie su un tracciato di 2 km in terra, completo di salto e guado, incitati da decine di migliaia di spettatori disposti lungo tutto il percorso oltre che sulle tribune gremite. Ogier si è aggiudicato il confronto diretto nell’Arena con Paddon ed è stato il più veloce di tutti con il tempo di 2”00.4, staccando di 3 centesimi il finlandese Latvala (sempre su Volkswagen Polo Wrc) e l’estone Tanak su Ford Fiesta RS Wrc. Quarto tempo per l’olandese Abbring a bordo della Hyundai i20 Wrc, a pari merito con il norvegese Mikkelsen su Volkswagen Polo R Wrc. Il belga Neuville ha concluso al sesto posto sulla Hyundai i20 New Generation Wrc, insieme al compagno di squadra Paddon. Ottavo lo spagnolo della Hyundai Sordo. Altro ex aequo per Suninen e Ostberg in coda alla top ten.

Grande successo per ACI Team Italia

Tra gli italiani si sono messi in evidenza Lorenzo Bertelli, al 13° posto su Ford Fiesta RS Wrc, e Umberto Scandola su Fabia R5, al 20° posto in graduatoria assoluta ma 7° per il Wrc2. Una menzione speciale meritano poi i piloti dell’ACI Team Italia Fabio Andolfi e Damiano De Tommaso su Peugeot 208 R2 del team Romeo Ferraris: entrambi vincitori nei confronti a due nell’arena e rispettivamente 37° e 38° in classifica generale, sono davanti a tutti nel Wrc3. Un plauso va anche a Matteo Fusi, al volante della Abarth 500 R3T in qualità di campione del Rally Italia Talent, che ha aperto il Rally Italia Sardegna vincendo il primo confronto nell’Arena di Ittiri con il tempo di 2”35 e portandosi al 42° posto. Penalità di 5 minuti al ceco Prokop, vincitore l’anno scorso della prova di apertura nel porto di Cagliari: prima della gara gli addetti alle verifiche hanno riscontrato la rottura dei sigilli al differenziale.

Entusiasmo e divertimento per piloti e pubblico

Il Rally Italia Sardegna è sempre piaciuto ai piloti per la bellezza del territorio, le caratteristiche tecniche del percorso e la splendida cornice di pubblico. Le dichiarazioni odierne dei protagonisti lo confermano. Al termine della prova di Ittiri, Ogier afferma che “è bello vedere tutta questa gente in una festa meravigliosa”. Gli fa eco il compagno di squadra Latvala, che definisce quella nell’Arena di Ittiri “una prova stupenda, tra le migliori degli ultimi anni”. Dello stesso parere Mikkelsen (“corsa divertente con un grande pubblico”) e Tanak (“bellissima atmosfera, mi piace molto. Un ottimo modo per iniziare il rally”).

La seconda tappa di 102 km cronometrati

Nel secondo giorno di venerdì 10 giugno i piloti sono impegnati in 8 prove speciali per un totale di oltre 102 km cronometrati nei dintorni di Sassari. Si parte alle 9:35 con la Ardara-Orzieri, poi alle 10.12 è in programma la nuova e molto insidiosa prova di Tula, alla quale seguono alle 11.10 la crono di Castelsardo e alle 11.51 la Tergu-Osilo. Nel pomeriggio le vetture tornano sugli stessi tracciati per poi transitare nel cuore di Sassari, dove alle 18.15 si svolge un controllo orario nella centrale Piazza d’Italia prima del termine della tappa ad Alghero alle 19.

Tag

Abarth  · Ford  · Hyundai  · Mini  · Peugeot  · Rally  · Sardegna  · Skoda  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L'appuntamento iridato sulle strade sarde sarà il primo evento motoristico in italia ad ottenere la certificazione ambientale FIA Insitute

· di Redazione

Presentata oggi a Roma l'edizione 2016 del Rally Italia Sardegna, sesta gara del campionato mondiale e unica prova iridata sul suolo italiano

· di Renzo Magnani

Tutto pronto in Toscana per l'ultimo atto della terza edizione del Talent Show a quattro ruote: in sessanta, piloti e navigatori, inseguono un sogno