Ultimo aggiornamento  22 maggio 2019 22:49

La Porsche Cayman prodotta a Zuffenhausen.

Marco Perugini ·

Tutte le sportive a due porte della Porsche saranno totalmente made in Germany, prodotte presso lo storico stabilimento di Zuffenhausen alle porte di Stoccarda. L’ultima ad entrare nelle linee di produzione è la coupè 718 Cayman, preceduta dalla 911 e dalla cabrio 718 Boxster. La nuova arrivata farà superare alla fabbrica la soglia delle 240 vetture prodotte ogni giorno. La 718 Boxster è disponibile presso i concessionari dal 30 aprile con prezzi a partire dai 56.000 euro, mentre la 718 Cayman può essere già ordinata (costi da 54.000 euro) e le prime consegne sono previste dal 24 settembre. Per entrambe, bollo e superbollo ammontano rispettivamente a 799 euro e 723 euro.

Senza stravolgimenti

La Cayman è la sorella “coperta” della cabrio Boxster. La prima ha 11 anni mentre la seconda ha appena compiuto 20 anni. Rispetto al passato, nella versione base entrambe perdono due cilindri e 500 centimetri cubici nel motore, ma guadagnano un turbocompressore e 96 cavalli in più. Le linee si sono evolute nel corso del tempo senza stravolgimenti, nel rispetto della tradizione della casa di Stoccarda. Dalla 986 del 1996 all’odierna 718, Porsche ha cambiato comunque tutto, pure la sigla che riporta alla gloriosa barchetta sportiva 718 del 1957, vincitrice in oltre 1.000 competizioni tra cui la 24 Ore di Le Mans e la Targa Florio.

Vanno forte e con la “S” scattano come la 911 3.0

Boxster e Cayman sono un concentrato di tecnologia con due motori altamente performanti: le versioni “base” montano il 2.000cc da 300 cavalli, ma aggiungendo 13.000 euro si prendono le versioni S da 2.500cc e 350 cavalli, più performanti nello scatto (0-100 km/h in 4,6 secondi anziché 5,1) e nella velocità massima (285 km/h, 10 in più della base). Le prestazioni migliorano con il cambio automatico PDK a sette rapporti completo di kit Sport Chrono, con selettore al volante della modalità di guida Normale, Sport e Sport Plus, quest’ultima con funzione di launch control.

Tanti optional per la massima personalizzazione

L’elenco degli optional è infinito (il catalogo è di 75 pagine). Tra questi spicca il “PTV - Porsche Torque Vectoring” che aumenta la stabilità in curva, ripartendo in maniera variabile la coppia sul retrotreno: la ruota posteriore interna alla traiettoria subisce una leggera frenata in funzione dell’angolo di sterzata, mentre quella esterna acquista maggiore forza motrice favorendo un movimento rotatorio aggiuntivo del veicolo nella direzione voluta. Ne guadagna la stabilità della vettura, la precisione della sterzata e la sicurezza. Gli amanti della pista sceglieranno anche i freni carboceramici da 7.500 euro.

Tag

Boxster  · Cayman  · Porsche  · Stoccarda  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Alla luce delle verifiche ordinate dal ministro dei Trasporti Alexander Dobrindt conseguenti al dieselgate, arrivano provvedimenti nei confronti delle Case tedesche (e non)

· di Marco Perugini

Il settore delle auto storiche è colpito da una confusione normativa sul territorio. Che provoca un exploit di rottamazioni di ultra ventennali