Ultimo aggiornamento  18 settembre 2019 11:02

Pininfarina, ora è indiana.

Redazione ·

Dopo l'accordo dello scorso 14 dicembre, il controllo di Pininfarina (per la precisione, il 76% della società) passa in queste ore dalla Pincar, la holding di famiglia fondatrice, al gruppo indiano Mahindra, attraverso PF Holdings. Lo ha annunciato la stessa Pincar, fissando a 1,10 euro il valore delle azioni Pininfarina che passeranno di mano con una offerta pubblica di acquisto totalitaria e obbligatoria.

Mahindra si impegna a investire 20 milioni mediante un aumento di capitale di Pininfarina, da offrire a tutti gli azionisti, entro la fine del 2016. Nel consiglio di amministrazione saranno confermati (dopo delle dimissioni di rito) i ruoli di Paolo Pininfarina e Silvio Angori come presidente e amministratore delegato.

L'accordo, ha commentato all'agenzia Radiocor Paolo Pininfarina, "rappresenta un passaggio fondamentale nella storia della Pininfarina. Con il supporto dell'investitore la società viene ad avere la solidità finanziaria e patrimoniale indispensabile per tornare ad investire, crescere, innovare ed essere competitiva sul mercato globale. Il tutto avviene confermando il radicamento nel territorio in termini di governo societario, centro direzionale, competenze di stile e ingegneria, nonché di marchio. La Pininfarina manterrà intatte la sua identità e la sua visione aziendale, nel rispetto di una tradizione e di una storia di oltre 85 anni".

Tag

India  · Mahindra  · Mercato  · Pininfarina  · Strategie  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

il marchio VinFast di HaiPhong ha affidato alla carrozzeria italiana (di proprietà indiana) stile e progettazione di un suv e di una berlina per il mercato locale

· di Redazione

La supercar 2 posti di Tata parla anche la nostra lingua: l'apertura verticale delle portiere è realizzata nel centro studi di Torino. Collaborazione anche con Microsoft

· di Redazione

Il designer italiano annuncia un accordo con Iran Khodro per la realizzazione di una piattaforma su cui sviluppare 4 nuovi modelli di auto. Affare da 70 milioni

· di Redazione

Sempre protagonisti i grandi nomi del nostro design. Anche se qualcuno è ormai di proprietà straniera e altri sono costretti a lavorare in Asia

· di Redazione

Accordo tra la firma del design italiano e Hybrid Kinetic. Le due società hanno stanziato circa 65 milioni di euro per la creazione di una nuova elettrica

· di Antonio Vitillo

Il colosso indiano fa shopping nelle moto: dopo la conquista di Peugeot Motocycles, si porta a casa due nuovi marchi, Bsa e Jawa