Ultimo aggiornamento  18 settembre 2018 22:57

Prova Piaggio Wi-Bike: la mobilità urbana si evolve.

Andrea Cauli ·

Libertà, semplicità di movimento, qualità della vita, rispetto dell’ambiente, su questi valori, alla base della mission del Gruppo Piaggio, nasce Wi-Bike il nuovo concetto di bicicletta a pedalata assistita proposta dall'azienda di Pontedera che interpreta a 360 gradi le esigenze più progredite ed avanzate di mobilità urbana.

Motore da 250W e 50Nm

Il cuore di Wi-Bike, un’unità di propulsione elettrica interamente progettata, sviluppata e costruita dal Gruppo Piaggio, è limitato a 250W (e 25 km/h di velocità massima) in modo da rientrare nella normativa che disciplina le biciclette a pedalata assistita, pertanto non richiede la targa, l’utilizzo del casco motociclistico e può accedere alle piste ciclabili e alle zone a traffico limitato.

Autonomia tra 60 e 120 km

La coppia massima generata è di 50 Nm, valore che garantisce grande prontezza di risposta, la batteria estraibile da 400 Wh agli ioni di litio, alloggiata sotto la sella in corrispondenza del tubo verticale, si ricarica completamente in circa 3 ore e fornisce un’autonomia compresa tra i 60 e i 120 chilometri (variabili sulla base della modalità e delle condizioni di utilizzo).

3 cambi differenti

Piaggio Wi-Bike adotta la trasmissione a cinghia in combinazione con un evoluto cambio automatico a variazione continua, assistito elettronicamente per assicurare sempre il miglior rapporto. La gamma di trasmissioni disponibili è completata da un cambio a variazione continua con trasmissione a cinghia ed un cambio tradizionale a 9 velocità con trasmissione finale a catena. Potenti i freni: due dischi dal diametro di 180 mm anteriore e 160 mm posteriore con pinze idrauliche. Il display di ultima generazione è “contactless”, alimentato automaticamente, la connessione USB ha una duplice funzione: ricarica lo smartphone e aggiorna il software.

Sicura contro i furti

Elevato il livello di sicurezza, (il furto, infatti, è una delle principali preoccupazioni del proprietario di questo tipo di veicolo): le centraline del cruscotto, le batterie e il motore elettrico sono collegate da un codice univoco, possono funzionare solo se dialoganti l’una con le altre, rimuovendo il display (che funge da vera chiave elettronica) Piaggio Wi-Bike è, di fatto, inutilizzabile. Nella batteria è alloggiato un modulo GPS/GSM che funziona sia da antifurto satellitare sia da elemento di trasmissione dati da/per la batteria: nel caso il sistema rilevi un tentativo di furto, viene immediatamente inviata una notifica tramite l’app dedicata e tracciata sulla mappa la posizione del veicolo. È inoltre possibile verificare lo stato di carica della batteria via smartphone e ricevere una notifica di allerta in caso di carica scarsa. Grazie alla tecnologia PMP (Piaggio Multimedia Platform) lo smartphone si integra funzionalmente con Wi-Bike via bluetooth. L’app consente, oltre ai classici servizi, come la navigazione, anche il controllo delle modalità di funzionamento del powertrain.

Potenza programmabile

Wi-Bike, poi, con l’esclusiva tecnologia DEA (Dynamic Engine Assistance), consente di programmare il livello di assistenza offerto dal motore elettrico in percentuale sempre variabile in rapporto alla potenza offerta dal ciclista, pertanto è paragonabile ad una vera e propria macchina da fitness sulla quale si può impostare uno sforzo fisso (ad esempio, 100W di sforzo e una determinata frequenza di pedalata) lasciando libero il motore di aumentare o diminuire il proprio contributo per rispettare i parametri impostati e coerenti col programma di allenamento che si intende realizzare. Tramite l’app è possibile selezionare le 3 modalità predefinite di erogazione della potenza ciascuna su 10 livelli di assistenza: standard, il motore eroga potenza proporzionalmente allo sforzo rilevato sui pedali; city, boost di potenza ad ogni partenza; hill, il motore si adatta alla pendenza del percorso erogando più potenza in salita e meno in discesa o in pianura. Wi-Bike significa anche community: al termine di ogni sessione di allenamento o, semplicemente, itinerario percorso, è possibile condividere con i propri amici i dati relativi all’esperienza appena vissuta, sui social network più diffusi.

Design italiano

Il design elegantemente sportivo che distingue Piaggio Wi-Bike è frutto del centro stile Piaggio che ha lavorato per coniugare il migliore e più distintivo design italiano con la funzionalità e la comodità di esercizio. Il risultato: un telaio realizzato totalmente in alluminio dalla chiara impronta sportiva (che accoglie una forcella ammortizzata, anch’essa in alluminio) declinato in più versioni, a partire dal classico binomio maschile e unisex.

4 allestimenti

Comfort: è il veicolo d’ingresso nella gamma Wi-Bike di Piaggio; disponibile nella versione di telaio senza canna alta. Di serie vanta: forcella telescopica, sella comfort, attacco del manubrio regolabile e manopole ergonomiche. Disponibile in tre taglie di telaio, due opzioni per il cambio: meccanico tradizionale o a variatore ad azione manuale. Comfort Plus: rispetto alla Comfort si distingue per sella e manopole ergonomiche in vera pelle, cromature e pneumatici color crema. Due opzioni per il cambio: a variatore ad azione manuale o a controllo elettronico, versione unisex (telaio senza canna alta e in tre differenti taglie: S, M e L) o maschile (telaio con canna alta e due differenti taglie M e L). Active: è la versione dal design più sportivo. Il telaio è disponibile nella versione maschile (con canna alta, taglie M e L), cambio meccanico tradizionale, a variatore ad azione manuale e a variatore a controllo elettronico. Active Plus: la più accattivante nello stile e nell’equipaggiamento, si distingue per le varianti grafiche dedicate e per sella e manopole in pelle. Il telaio è disponibile nella versione maschile (con canna alta, taglie M e L). Due differenti opzioni per il cambio: a variatore ad azione manuale o a controllo elettronico.

Abbiamo provato Wi-Bike a Milano al Parco Sempione e ci hanno colpito la linea pulita e moderna, i comandi intuitivi, i freni molto efficienti, la facilità d’uso, l’ottima autonomia. Piaggio con Wi-Bike rivoluziona la mobilità urbana: ora le salite e i lunghi rettilinei non fanno più paura, anzi pedalare diventa facile, divertente e molto meno impegnativo, grazie anche alla scelta praticamente infinita di combinazioni. Adatta a tutti, sarà particolarmente apprezzata dai patiti del fitness che potranno programmare il proprio allenamento e soprattutto il livello di fatica. In vendita a partire da 2.800,00€.

Tag

Bici  · Piaggio  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il gruppo presenta negli Stati Uniti Gita e Kilo, due prototipi di assistenza alle persone basati su software e intelligenza artificiale sviluppati in casa

· di Marco Perugini

Con 276.700 veicoli venduti nel mondo (+2,6%), il gruppo di Pontedera chiude il primo semestre con un utile netto di 18 milioni di euro: +21,9%