Ultimo aggiornamento  19 luglio 2019 14:28

India: crash test a zero stelle.

Redazione ·

Ci piace tanto parlare di auto a guida autonoma, immaginarci un mondo futuro nel quale auto intelligenti dialoghino tra loro e con la strada per rendere gli spostamenti più sicuri e ridurre il rischio di incidenti. Ma ci sono parti del pianeta nelle quali questa è ancora fantascienza.

Neanche una stella

La conferma sono i risultati di SaferCarsforIndia, la versione indiana dei crash test di euro NCAP. Nell’ultima sessione di test sono stati messi alla prova 5 modelli prodotti e commercializzati nel gigante asiatico. Il risultato è scioccante. Zero stelle. Nessuna delle 5 auto prese in esame ha ricevuto neanche una stella per la sicurezza dei trasportati. Hyundai Eon, Mahindra Scorpio. Suzuki Maruti Celerio, Suzuki Maruti Eeco e Renault KWID - quest'ultima in tre diversi allestimenti di cui solo una dotata di airbag - hanno clamorosamente fallito la prova. Tutte hanno subito danni strutturali gravi e tutte hanno ottenuto due sole stelle nella protezione dei bambini trasportati. Tranne la Celerio che ne ha ricevuta una sola. 

Sotto shock 

Il risultato ha spinto il Segretario Generale di Global NCAP, David Ward, a prendere una posizione dura sulla situazione: “Avere in strada auto con una cellula sicura che protegga i passeggeri è un requisito chiave, irrinunciabile. Nessuna casa costruttrice, in nessuna parte del mondo, dovrebbe sviluppare un’auto cosi palesemente fuori dagli standard minimi di sicurezza”.

Un provvedimento giusto

Ward ha anche sottolineato l’importanza dell’intervento del governo indiano: “ I risultati testimoniano l’importanza della decisione del Governo di rendere i crash test frontali e laterali obbligatori a partire dal 2017. E’ fondamentale che anche in India si seguano le indicazioni delle Nazioni Unite che hanno stabilito degli standard minimi per la protezione degli occupanti delle auto”. 

Tag

Crash test  · India  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La Casa di New Delhi, di proprietà Suzuki, entro due anni porterà sul mercato interno il primo veicolo totalmente a batteria in accordo con Toyota

· di Redazione

Mentre in tutto il mondo si sperimentano vetture autonome, il ministro dei trasporti di New Delhi annuncia: stop alla tecnologia driverless per difendere posti di lavoro

· di Redazione

Quinta serie dei crash test 2017: massimo del punteggio per Alfa Romeo Stelvio, Hyundai i30, Opel Insignia, Seat Ibiza e Volkswagen Arteon

· di Paolo Borgognone

Arrivano negli Stati Uniti i nuovi manichini da crash test che simulano le condizioni reali degli automobilisti: pesano di più e diventano più anziani

· di Redazione

Nei crash-test dell'ente europeo per la sicurezza delle auto, ai vertici Hyundai Ioniq (segmento B), Toyota Prius (segmento C) e Volkswagen Tiguan (suv)

· di Antonio Vitillo

Il colosso indiano fa shopping nelle moto: dopo la conquista di Peugeot Motocycles, si porta a casa due nuovi marchi, Bsa e Jawa