Ultimo aggiornamento  17 dicembre 2018 18:14

Guida autonoma, tutti a bordo. O quasi.

Redazione ·

Guida autonoma, la corsa continua. L’attenzione anche. Lo dimostrano gli analisti di tutto il mondo, impegnati a disegnare scenari, previsioni, comportamenti e molto altro. L’ultimo in ordine di tempo è la ricerca dell’osservatorio LeasePlan MobilityMonitor che ha coinvolto circa 4.000 automobilisti in 17 paesi in tutto il mondo.

A bordo ma con qualche disagio

Secondo lo studio il 71% degli intervistati, ovvero 7 automobilisti su 10, affermano che sarebbero disposti a utilizzare un’auto a guida autonoma. Il 14% non avrebbe alcun disagio a farsi guidare dal robot mentre il 57% ammettono di provare in ogni caso una leggera inquietudine.

Uomini e donne, più o meno giovani

Per la ricerca, gli uomini hanno una maggiore propensione a sentirsi a proprio agio di fronte ad un'auto che guida da sola con un 15% rispetto al solo 7% delle donne che hanno indicato lo stesso parere. Nessuna differenza di età: gli automobilisti di età superiore ai 55 anni sono disposti a utilizzare un veicolo self-driving, tanto quanto gli automobilisti di meno di 34 anni.

Italia, uno su quattro non ci salirebbe mai

Per quello che riguarda il nostro Paese, il 48% vorrebbero provare un’auto-robot pur confessando il loro nervosismo mentre il 25% ha dichiarato la propria avversione a questa tecnologia tanto da dire che non vorrà mai salire su un veicolo senza conducente.

Tag

Guida Autonoma  · Italia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

Il boss di Tesla svela i suoi progetti: una flotta di veicoli a guida autonoma, elettrici e spinti dall’energia solare. Oltre ad auto, minibus, suv compatto e commerciali

· di Enrico Artifoni

Il gruppo inglese sta sviluppando le tecnologie che dovrebbero permettere la marcia in automatico su ogni terreno e in qualsiasi condizione meteo

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Quanto la multinazionale tedesca delle gomme investe sulla tecnologia. Automazione compresa. Parla l'amministratore delegato della filiale italiana