Ultimo aggiornamento  17 settembre 2019 20:47

Ford S-Max, monovolume per sport.

Andrea Cauli ·

Bagagliaio record, abitacolo modulare, interni progettati con cura e ben rifiniti, complete dotazioni di sicurezza: la seconda generazione della Ford S-Max riesce a coniugare spazio e dinamicità, dopo l'esordio sul mercato nel 2006.

L'innovazione

Tutto nuovo il frontale, che ora ha lo stesso family feeling degli altri modelli dell’ovale blu, pianale condiviso con la Mondeo, corpo vettura di notevoli dimensioni tanto che il bagagliaio, capiente e versatile, si presta a soddisfare le necessità di una famiglia over-size. Comoda, al volante non si è mai costretti a rinunciare al piacere di guida. La nuova S-Max ha a disposizione i più moderni sistemi di assistenza e di sicurezza attiva e passiva.

Il dettaglio

La monovolume Ford ha una linea quasi sportiva. I fari (dinamici a led) sono più lunghi e sottili, il tetto ha una linea arcuata più bassa, la zona posteriore è più aggressiva grazie al massiccio paraurti e al doppio scarico cromato. Anche l’interno è tutto nuovo, quasi da ammiraglia: eleganti e curate le finiture, ottimi i materiali della plancia, bello il grande schermo digitale a colori da 10’’ sul cruscotto e quello centrale da 8’’ touch screen con il sistema multimediale Sync 2 completo e intuitivo. I comandi principali si trovano tutti sulla consolle centrale, forse solo i tasti risultano un po'piccoli, molto confortevoli i sedili, gli anteriori riscaldati ed elettrici (anche il volante), rinfrescati e con la funzione massaggio, quelli della seconda fila rialzati e regolabili singolarmente. 

La praticità

Flessibilità è l’aggettivo adatto alla S-MAX. Si può scegliere a 5 o a 7 posti (ben 32 in totale le configurazioni possibili degli interni), grazie al sistema Easy-Fold: premendo semplicemente un pulsante posizionato sulla parete del baule il piano di carico diventa piatto e capiente fino a 2.200 litri (con portellone ad apertura elettrica). La dotazione tecnica è all’avanguardia: sterzo adattivo, trazione integrale intelligente (optional), sistema di frenata automatica con assistenza pre-collisione (avvisa e frena se rileva insufficiente la distanza da un altro veicolo), parcheggio assistito anche perpendicolare, assistente di corsia, telecamera anteriore e posteriore, avviso stanchezza, limitatore che adatta la velocità a seguito del riconoscimento dei cartelli stradali e molto altro ancora. 

La strada

La prima impressione è quella di essere alla guida di una normale berlina sportiva: potente, silenziosa, estremamente maneggevole grazie anche al cambio robotizzato a 6 marce a doppia frizione. Il motore quattro cilindri è fluido e brillante, in meno di 10 secondi si raggiungono i 100 km/h, assetato il 
giusto (abbiamo percorso circa 13 km/l). Il rollio è limitato, l’assetto equilibrato, ottima la tenuta di strada grazie anche alla possibilità di regolare le sospensioni (optional), divertente nel misto ma poco maneggevole in città dove i quasi 5 metri di lunghezza e i 1800 chili di peso certamente non aiutano. La S-Max è la regina per viaggi medio-lunghi. 

Le concorrenti

Fiat Freemont, Renault Espace, Vokswagen Sharan.

La carta d'identità

Dimensioni  in millimetri
Lunghezza4800 
Larghezza1920
Altezza1.660
Motore2.0 TDCi 132 kW (180 cavalli)
Consumi5,4 litri/100 km (ciclo combinato)
Emissioni CO2129 grammi/km
Prezzoda 29.700 euro

Tag

Auto  · Ford  · Monovolume  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Nasce la poltrona globale, unica per tutta la gamma: è l'idea della Casa americana che l'ha fatta testare anche dai giocatori di football americano