Ultimo aggiornamento  14 dicembre 2019 09:57

Toyota e le storie d'amore ispaniche.

Redazione ·

Mariposa, Diablo, Vanesita, Pumpkin, Black Widow. Non sono parole a caso ma alcuni dei "nomignoli" scelti dai possessori americani di auto Toyota che hanno aderito alla campagna “Mas Que Un Auto” (più che un'auto), lanciata per la prima volta dalla casa giapponese nel 2014 e che si ripete per il terzo anno consecutivo.

L'amore su quattro ruote

L’iniziativa è aperta a tutti anche se si rivolge in particolare alla fetta di mercato degli ispanici: i possessori di una Toyota possono richiedere gratuitamente a questo sito un badge 3D personalizzato con il soprannome della loro auto, per poi fotografarlo e comparire sulla gallery del sito. Chi vuole può anche raccontare la propria “storia d’amore” con la Toyota. Le più belle tra queste storie verranno raccolte alla fine dell’anno in un libro che resterà nella storia del marchio. Nei primi due anni di vita l’iniziativa “Mas Que Un Auto” ha raggiunto 150.000 persone che hanno chiesto il badge gratuito in tutti gli Stati Uniti.

La passione latina per il marchio

“Mas Que Un Auto” conferma l’attenzione di Toyota verso i propri clienti di lingua spagnola nel Nord America: “L’auto – dice Jack Hollis,  Vice Presidente del Gruppo Toyota per gli USA – non è solo un mezzo di trasporto ma è un pezzo della vita delle persone. In particolare gli ispanici hanno dimostrato negli anni la loro fedeltà al nostro marchio. Con questa iniziativa vogliamo permettergli di immortalare il loro veicolo e contemporaneamente ringraziarli per il loro contributo”.

La Toyota è risultata per il 12esimo anno consecutivo il marchio preferito dalle popolazione ispaniche degli Stati Uniti e da quando la campagna “Mas Que Un Auto” è stata  lanciata nel 2014, è risultata essere il più importante contenuto internet generato dagli utenti. 

Tag

Stati Uniti  · Toyota  ·