Ultimo aggiornamento  15 novembre 2019 11:08

Copenhagen, l'onda verde è per la bici.

Redazione ·

Una città dove il 40% dei residenti si reca al lavoro in bicicletta, con corsie dedicate, parcheggi, infrastrutture agili e sicure è già un sogno per i ciclisti di tutto il mondo, sempre alle prese con i rischi connessi alla convivenza con gli altri utenti della strada. Ma Copenhagen non si ferma qui e per abbattere l’inquinamento e la congestione, ha presentato un nuovo piano di mobilità intelligente che renderà più veloci gli spostamenti sia in auto, su mezzo pubblico o su due ruote.

Semafori intelligenti

Per ottenere questo scopo sono stati stanziati quasi 8 milioni di euro per l’installazione di 380 nuovi “segnali di traffico intelligente”, semafori dotati di sensori che segnaleranno la presenza di bus e ciclisti, dandogli la priorità. In questo modo la municipalità conta entro il 2016 di ridurre dal 5 al 20% la durata degli spostamenti su mezzo pubblico e di almeno il 5% quelli in bicicletta.

Niente rosso, sempre in corsa

Per favorire i ciclisti Copenhagen ha già creato delle “onde verdi”, tratti di strada in cui i ciclisti e chi viaggia intorno ai 20 chilometri all’ora di media non trova mai il rosso a sbarrargli la strada. Altri corridoi simili verranno creati con la possibilità di adattare la velocità dell’onda verde alle condizioni del clima. In caso di vento, ad esempio, la velocità media a cui andare per avere il via libera si abbasserà a 12 chilometri all’ora

Laboratorio di esperienze

Presentando il piano il sindaco di Copenhagen è stato chiaro: “Vogliamo che chi si muove in città per lavoro, lo faccia in modo più veloce e sicuro. Risparmiando tempo e contribuendo ad abbattere gli agenti inquinanti. Copenhagen sarà un laboratorio nel quale testeremo queste nuove tecnologie”.  Gli autobus potranno segnalare la loro posizione, il numero dei passeggeri a bordo ed eventuali ritardi. Il “verde” lungo il loro tragitto sarà ampliato – con un range da 8 a 30 secondi – in modo da favorirne gli spostamenti. Alcuni di questi sistemi intelligenti sono stati già testati nella zona di Valby con risultati soddisfacenti.

Tag

Ambiente  · Bici  · Bus  · Città  · Mobilità ciclabile  · Sostenibilità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Nel 2016, BikeMi, la bici condivisa del capoluogo lombardo, ha superato il record del 2015, anno dell'Expo, tra noleggi, risparmio di CO2 e percorrenze

· di Redazione

Si chiamerà Radbahn - più o meno autostrada per biciclette - il nuovo progetto bike-friendly di stampo scandinavo presto operativo a Berlino

· di Marina Fanara

Sarà inaugurata nel 2017, per il 150esimo compleanno del Paese: 24 mila chilometri di pista ininterrotta, dall'Atlantico al Pacifico, tra città, fattorie, laghi e montagne

· di Colin Frisell

Esperimento a Cambridge per scoprire quale mezzo di locomozione sia il più veloce per raggiungere il centro città partendo da un parcheggio in periferia