Ultimo aggiornamento  17 settembre 2019 05:04

ACI Team Italia, una pista per quattro.

Redazione ·

Presentata a Roma la “nazionale” del motorsport tricolore. Ghiotto, Fuoco, Marciello e Giovinazzi saranno i portacolori in GP2 e GP3 nella stagione 2016. La strada per l’Olimpo è tracciata. L’Aci Team Italia raddoppia per la stagione 2016 e inserisce due nuovi piloti nella “nazionale” del motorsport tricolore in pista. Oltre a Raffaele Marciello e Luca Ghiotto, già affiancati dalla Federazione lo scorso anno, si vanno ad aggiungere Antonio Giovinazzi ed Antonio Fuoco. Se per i primi tre il palcoscenico sarà quello alle porte della Formula 1, ovvero la GP2, Antonio Fuoco sarà al via, per la seconda stagione, nella GP3 Series.

Il pensiero a Michele Alboreto e Gino Macaluso

Un percorso iniziato da ACI diversi anni fa, come ricordato dal Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, che ha ricordato anche le figure di Michele Alboreto e Gino Macaluso, che diedero grande importanza alla filiera del motorsport tricolore con la Formula Azzurra prima, poi con la Formula ACI-CSAI Abarth. Un percorso che è continuato 3 anni fa con la Formula 4, dove la Federazione ha primeggiato, con un anno d’anticipo rispetto a tutto il resto del mondo con un pacchetto telaio – motore – pneumatici – componentistica “made in Italy” che è stato esportato in tutto il mondo. “Siamo ormai arrivati all’ultimo miglio – ha ribadito il presidente Sticchi Damiani – con ACI Team Italia siamo riusciti a portare i nostri piloti ad un passo dalla Formula 1. La volontà è quella di continuare e percorrere anche questo “ultimo miglio”. Il supporto della Federazione a questi ragazzi consente loro di mettersi in mostra sui palcoscenici internazionali più importanti. Dall’altro lato per noi è sempre emozionate vedere il nome ACI Team Italia sulle vetture di questi ragazzi e sulle loro tute sui podi di tutto il mondo”.

Il Supercorso della Federazione come rampa di lancio

Proprio i quattro piloti selezionati da ACI rispecchiano quanto di buono fatto dalla Federazione in questi anni: tutti e quattro hanno preso parte al Supercorso Federale, Ghiotto e Fuoco anche vincendolo. Saranno quindi i quattro moschettieri dell’ACI Team Italia a dover portare in alto il tricolore già a partire dal prossimo 16 maggio sul Circuit de Catalunya di Barcellona. Raffaele Marciello con la vettura di Russian Time in GP2, alla sua terza stagione nella categoria, dovrà dare il meglio di se per scrollarsi di dosso un 2015 al di sotto delle proprie aspettative.

Il secondo pilota confermato è Luca Ghiotto che nel 2015 fece sognare il titolo GP3 sino all’ultima gara, lasciandoselo sfuggire per un soffio. Nel 2016 il salto di qualità per il vicentino del team Trident che proverà a ripetersi anche in GP2.

Stessa categoria per il pugliese Antonio Giovinazzi, new entry del team. Un percorso, quello del pilota di Martina Franca, diverso da tutti gli altri. Iniziato in Asia e proseguito in Europa con il secondo posto nella Formula 3 targata FIA lo scorso anno. Giovinazzi accompagnerà all’esordio in GP2 il team Prema.

In GP3, invece, sarà Antonio Fuoco il portacolori della “nazionale”. Dopo un 2015 complicato, il passaggio a Trident e il supporto di Ferrari Driver Academy, daranno al pilota calabrese la scossa per puntare in alto.

Tag

ACI Sport  · Italia  · Sport  · 

Ti potrebbe interessare

· di Alessandro Gargantini

Ritornano in pista le serie propedeutiche alla F1 con l'appuntamento sul circuito magiaro. Occhi puntati sull'ACI Team Italia dopo l'exploit di Silverstone

· di Alessandro Gargantini

Dall'inferno del circuito inglese - tra pioggia, sole, vento, asfalto insidioso - escono vincenti i piloti della nazionale tricolore. Prima vittoria per Fuoco in GP3

· di Chiara Iacobini

Prosegue la stagione 2016 delle due serie propedeutiche al grande Circus della F1. Con Marciello al comando della Gp2 e Fuoco protagonista di rilievo in Gp3