Ultimo aggiornamento  26 aprile 2019 09:59

Né auto né droni, la consegna pacchi la farà un robot.

Redazione ·

La notizia è stata data alla conferenza Robo Universe tenutasi a New York pochi giorni fa da Lauri Vain, ingegnere capo del progetto di Starship, guidata dai fondatori di Skype: la società ha 10 prototipi di robot che si muovono da soli per la consegna e conta di averne 100 entro la fine dell’anno, più di 1.000 nel 2017. In un futuro ormai prossimo, insomma, il robot self driving potrebbe sostituire i servizi di consegna che nelle città americane, come nel resto del mondo, si fanno ancora prevalentemente con auto, furgoni e due ruote dotate di capacità di carico. Anche se la vera sfida di Starship non è all’industria tradizionale di veicoli commerciali e automobili, ma a chi sta lavorando perché le consegne ci arrivino dal cielo.

Da tempo Amazon (contemporaneamente ad altre società di questo genere) sta sperimentando consegne con i droni. Mentre Starship mette i piedi per terra ai suoi robot che, per muoversi autonomamente, potranno contare sulla stessa tecnologia e intelligenza artificiale sulle quali lavora Google per la sua auto a guida autonoma fin dal 2009.

Due pacchi per volta a 2 dollari

Secondo quanto ha raccontato Laura Vain, i suoi prototipi sono già in grado di portare due pacchi per volta e lavorare fino a tre ore con una singola carica di volt. Un codice permette di aprire il pacco soltanto all’acquirente: se qualcuno prova a rubarlo al robot, la polizia viene chiamata automaticamente e la macchina filma in diretta gli autori del furto.

I prototipi hanno per ora un costo di poche migliaia di dollari, ma è evidente che una loro diffusione favorirà le economie di scala e abbasserà i prezzi alla produzione. Secondo l’ingegnere, i robot hanno già percorso circa 2.000 miglia nelle città di New York, San Francisco, Atlanta, Boston, Bentoville, in Arkansas, ed entro giugno anche a Washington. Walmart, la catena commerciale più grande degli Stati Uniti, sta lavorando insieme a Starship per lo sviluppo del progetto, che prevede a regime il costo per consegna di soli 2 dollari nel tempo di 12-15 minuti. Contro la mezz’ora media di una consegna di pizza da parte di Domino’s, che infatti sta pensando a un suo robot. Auto e furgoni, addio?

Tag

Guida Autonoma  · Robotica  · Stati Uniti  ·