Ultimo aggiornamento  12 novembre 2019 16:50

Honda, trimestre record in Europa.

Redazione ·

La Honda è tornata. Il marchio giapponese ha fatto registrare nel primo trimestre il più alto tasso di espansione in Europa fra tutti i costruttori. Le vendite totali a fine marzo, 49.836 unità (dati Acea), rappresentano un 28,1% di crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il ritorno della Honda, almeno sul Vecchio continente, è un segno tangibile della nuova offensiva di prodotto lanciata dal produttore asiatico. Una offerta che non è ancora a tutto campo: perché se è vero che entro l’anno arriverà anche da noi la Honda Clarity Fuel Cell, una ammiraglia a idrogeno già in vendita in Giappone, l’Europa dovrà attendere ancora che il costruttore giapponese riporti nelle concessionarie modelli ibridi. Cancellati per scarsità di clienti, la Honda ha pianificato di tornare su questo mercato entro il 2018 con più di un prodotto benzina-elettrico plug in, cioè con batteria ricaricabile anche da una presa domestica.

Dalla Jazz ai suv

La crescita del primo trimestre è avvenuta con il rinnovo completo della gamma e in particolare su tre mercati: in Italia (+108%), in Germania (+41,2%) e in Spagna (+34,5%). Piacciono ai consumatori del nostro continente la nuova Civic (segmento C) e il CR-V (il suv più venduto al mondo nel 2015), così come il crossover HR-V reintrodotto con lo stesso nome ma completamente nuovo (9.631 unità immatricolate) e la nuova Jazz, berlina cinque porte di segmento B che ha fatto segnare un incremento del 9,3% sullo stesso periodo del 2015. Jean-Marc Streng, Direttore Generale Auto di Honda Motor Europe,ha gioco facile nel dirsi soddisfatto, rivelando come buona parte del risultato sia di conquista: “A incoraggiarci maggiormente è la forte domanda da parte dei nuovi clienti”. Sempre aspettando l’ibrida.

Tag

Crossover  · Giappone  · Honda  · SUV  ·