Ultimo aggiornamento  14 dicembre 2019 19:03

Prova Moto Guzzi V9, tanta voglia di custom: Roamer e Bobber.

Marco Perugini ·

Gemelle sulla carta, ma Jekyll e Hyde sulla strada. Moto Guzzi lancia sul mercato due novità che condividono un telaio inedito e un nuovo motore, declinando in due anime diverse la filosofia Guzzi: elegante e slanciata la Roamer, essenziale e aggressiva la Bobber. Entrambe sono facili da guidare, adatte anche a chi ha poca esperienza (c’è la versione depotenziata per la patente A2) e al pubblico femminile. 

L'innovazione

V9 Roamer e Bobber raccolgono l’eredità della Nevada 750, protagonista dei listini Guzzi per oltre 20 anni, portando in strada una moto per il 90% tutta nuova. Nuovo il motore bicilindrico di 853cc a V di 90 gradi, 4 tempi con 2 valvole per cilindro raffreddato ad aria, che conferisce al mezzo un rapporto peso/potenza di riferimento per la categoria; nuovo il sistema di lubrificazione studiato per non sottrarre cavalli; nuovo il cambio con prima e sesta più lunghe; nuova la trasmissione a cardano con albero disassato per accogliere pneumatici più grandi. Nuovo anche il sistema di iniezione elettronica, sviluppato con Marelli, che con il catalizzatore trivalente e la doppia sonda Lambda rispetta i parametri Euro4. ABS a due canali e controllo di trazione trasmettono il massimo della sicurezza a chi è in sella, al cui comfort contribuiscono anche la presa USB sotto il cannotto di sterzo e la piattaforma multimediale MG-MP con collegamento wireless allo smartphone per tante informazioni sul viaggio.

Il dettaglio

Roamer e Bobber sono belle da vedere ma anche da toccare: le moto sono realizzate per lo più in metallo, acciaio e alluminio, con il ricorso alla plastica davvero minimo. Il fulcro stilistico della moto è nel motore, il cui corpo nero è impreziosito da particolari cromati sui coperchi delle valvole e sulle alettature. La Roamer punta sull’eleganza con cromature sul manubrio, sugli scarichi e sui cerchi. La Bobber invece incarna essenzialità ed aggressività rinunciando a cromature e colori, sottolineando la sua anima dark con l’adozione di un gommone anteriore da 16 pollici, manubrio drag-bar sostenuto da riser muscolosi, sella più corta e parafango posteriore corto. 

La praticità

Il peso contenuto di 199 chili e la sella bassa a 78 centimetri da terra infondono sicurezza su un mezzo gestibile in ogni situazione. Tanti gli accessori ufficiali Moto Guzzi ad esaltare lo stile della Roamer e l’originalità della Bobber, senza compromettere la garanzia ufficiale della Casa di 24 mesi sul veicolo.

La strada

La coppia di 62 Nm a 3.000 giri e i 55 cavalli di potenza permettono di macinare km con il minimo sforzo e il massimo comfort. Le vibrazioni non mancano ma sono “buone” e “giuste” ad ogni regime. La Roamer è più turistica e facile: la posizione in sella è comoda e rilassata, con il busto eretto e spazio anche per il passeggero. Sulla Bobber si è più protesi in avanti, senza però compromettere comfort e piacere di guida. Su entrambi il feeling è totale, grazie anche all'ottimale distribuzione dei pesi e al supporto dell’elettronica. I comandi sono intuitivi e le pedane ben posizionate. Come su ogni custom può capitare di sfiorare l’asfalto, senza però compromettere la sicurezza del viaggio. Pur mancando il contagiri, la strumentazione offre informazioni complete: al tachimetro analogico (bello ed efficace di giorno, meno visibile di notte o in galleria) si accompagna in un unico quadrante circolare il display con trip, consumi, orologio, temperatura esterna, indicatore di marcia e di cambiata (programmabile).

Le concorrenti

Harley Davidson 883, Kawasaki W800 e Vulcan 900, Triumph Bonneville, Street Twin, America e Speedmaster, Yamaha XV950 

La carta d'identità

Dimensioni  in mm
Lunghezza2240 (2185)
Altezza sella785 (780)
Peso in ordine di marcia199 Kg
Cilindrata853 cc
Potenza massima40,44 kW (55 cv) a 6.250 giri/min
Capacità serbatoio carburante15 litri di cui 4 di riserva
Prezzo                                9.900 euro Roamer (10.200 euro Bobber)

Tag

Custom  · Moto  · Moto Guzzi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

L'ha inventata un americano, incrociando il corpo di una Suzuki Savage e il parco batterie di una Nissan Leaf. Tolto il superfluo, è una due ruote tutta nuova

· di Andrea Cauli

Un bracciale smart riservato ai conducenti delle due ruote per tenere sotto controllo velocità, semafori rossi, tutor ed autovelox

· di Redazione

Dal 9 all’11 settembre a Mandello del Lario comincia la festa che finirà nel 2021, anno del centenario. Eventi, prove ed emozioni per gli appassionati dell’Aquila su due ruote

· di Marco Perugini

La nuova ammiraglia di Mandello del Lario è un mix di design e tecnologia. Dal 28 luglio nelle concessionarie, è prenotabile anche on line. Prezzo da 23.900 euro

· di Marco Perugini

Giri liberi moto e test ride di Aprilia RSV4 e TuonoV4. Alle 18 di sabato parte il Campionato europeo Vespa Raid 2016 con un tour di 500 km fino al lago di Como