Ultimo aggiornamento  14 ottobre 2019 20:01

L'auto a noleggio vince in aeroporto.

Redazione ·

Il settore del noleggio veicoli a breve termine presso gli aeroporti ha registrato, lo scorso anno, una crescita sia del giro d’affari (+5,4%, pari ad un fatturato di oltre 724 milioni di euro) che del numero dei noli (3.090.430, +5,7%). E' quanto emerge da una analisi sulle attività di rent-a-car presso i principali 37 aeroporti nazionali realizzata dall’ANIASA, l'Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria.

Importante l’incremento del giro d’affari nei mesi estivi (+7,6%), i giorni di noleggio hanno raggiunto quasi quota 19 milioni (+9,3%), in leggero aumento anche la durata media passata da 5,9 a 6,1 giorni, viceversa i prezzi del servizio sono scesi del 4%. Ogni giorno presso i desk dell’autonoleggio situati nei principali aeroporti italiani si sono rivolti 8.466 passeggeri (oltre 352 l’ora), in quasi tutti i principali hub, le attività di noleggio hanno mostrato indici di crescita superiori al traffico passeggeri.

A Fiumicino, per esempio, a fronte di 301.873 rentals (+5%), si sono registrati 40.231.175 passeggeri (+5%), a Ciampino il +19% dei noleggi (49.581) ha superato il +16% del traffico (4.989.388), a Milano Linate si è registrato un perfetto equilibrio tra noleggi (166.528) e passeggeri (9.638.763), +7% per entrambi, a Malpensa leggera crescita dei rentals (298.862, pari a +2%) rispetto al calo dell’1% del traffico (18.444.778), a Firenze boom dei contratti di locazione sottoscritti, quasi 84mila (+15%) pari al doppio dei flussi in transito. A Napoli e Palermo le performance dei noleggiatori hanno mostrato indici molto positivi, rispettivamente 159.336, (+12%) e 123.398, (+10%), nel capoluogo partenopeo la crescita dei rentals ha addirittura triplicato quella dei passeggeri.

“L’offerta di servizi di noleggio presso gli aeroporti italiani - dichiara Fabrizio Ruggiero, Presidente ANIASA - ha vissuto negli ultimi anni una crescita continua e si scontra oggi con gli spazi sempre più ristretti messi a disposizione, a costi crescenti, dalle società aeroportuali. A ciò si aggiunge l’assenza di standard tra i diversi hub che costringe gli operatori a individuare situazioni ad hoc per ognuno dei 37 aeroporti. In queste condizioni diventa sempre più difficile riuscire a soddisfare al meglio le esigenze dei passeggeri eliminando code e garantendo puntualità nella consegna. Per stare al passo con la concorrenza turistica europea occorre compiere un salto di qualità nell’offerta di infrastrutture e location adeguate all’offerta di servizi. Noi siamo pronti a fare la nostra parte”.

Tag

Aeroporti  · Noleggio  · Rent a car  · 

Ti potrebbe interessare

· di Massimo Tiberi

Con "Selezione Italia" la multinazionale del noleggio a breve apre una finestra sulle eccellenze più apprezzate dello stivale. In strada e a tavola

· di Marina Fanara

Record nel noleggio a breve nel 2015, grazie anche all'Expo. Trend in forte crescita anche quest'anno, resta la piaga dei furti (ma aumentano le auto ritrovate)

· di Roberto Sposini

Il 15° Rapporto di ANIASA disegna l'immagine di un mondo in cui la proprietà dell'auto perde importanza a vantaggio di altre formule come locazione e car sharing

· di Redazione

Milano Linate è il primo scalo aeroportuale italiano con una colonnina di ricarica rapida per le auto dei viaggiatori. Altre 4 postazioni pronte per la Champions