Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 21:34

La compro all'estero e la porto in Italia.

Marco Perugini ·

Provenienza Unione europea
Se il veicolo è acquistato nella Comunità Europea, le delegazioni ACI o le agenzie collegate allo Sportello Telematico dell’Automobilista generalmente completano le formalità di immatricolazione e iscrizione al PRA.
Attenzione a distinguere il nuovo dall’usato: nella prima fattispecie rientra un mezzo nuovo di fabbrica di provenienza comunitaria e mai immatricolato, ma anche un veicolo già immatricolato nell’Unione europea che non abbia percorso più di 6.000 km o che sia stato ceduto entro 6 mesi dalla prima immatricolazione.
Per completare l’iter servono i seguenti documenti:

  • fotocopia di un documento d'identità dell'acquirente;
  • modelli NP2C (con domanda dell’acquirente) o NP2D (con atto di vendita redatto in bollo e firma autenticata), disponibili online su aci.it o in distribuzione gratuita presso gli sportelli STA;
  • modulo TT2119 firmato dall'acquirente in distribuzione presso gli uffici della Motorizzazione;
  • se l'acquirente è una persona giuridica (società, ente, ecc.) va allegata la dichiarazione sostitutiva del rappresentante per attestarne la sede;
  • se l'acquirente è un cittadino extracomunitario residente in Italia serve la copia del permesso di soggiorno;

Se il veicolo è nuovo la documentazione va integrata con:

  • dichiarazione di conformità con omologazione italiana o certificato di conformità europeo accompagnato dalla dichiarazione di immatricolazione della Casa costruttrice;

Se il mezzo è usato, servono invece anche questi documenti:

  • carta di circolazione estera;
  • per i veicoli provenienti dalla Germania va consegnato il documento di proprietà Faharzeugbrief o Zulassungsbesheinigungteil, a seconda della data di immatricolazione.
I costi
IPT importo variabile a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza
Emolumenti ACI27,00 euro
Imposta di bollo per iscrizione al PRA  32,00 euro
Imposta di bollo DTT32,00 euro  + costi postali 
Diritti DTT9,00 euro + costi postali 
Costi per rilascio targhel'importo varia a seconda del tipo di targa e di veicolo

 

Rivolgendosi allo Sportello Telematico di una delegazione dell'Automobile Club o di un’agenzia di pratiche auto, ai costi vanno aggiunte le tariffe del servizio di intermediazione in regime di libero mercato.

Provenienza al di fuori dell’Unione europea residenza

Le richieste di immatricolazione e iscrizione al PRA di veicoli nuovi o usati extra Ue non possono essere presentate allo Sportello Telematico dell'Automobilista, ma ci si può comunque avvalere del supporto di una delegazione ACI o di un’agenzia di pratiche se non si vuole affrontare tutto da soli.
Dopo l’assolvimento dell’Iva nel rispetto della normativa fiscale, va immatricolato il veicolo all'ufficio provinciale della Motorizzazione e poi iscrivere il veicolo al PRA entro 60 giorni dal rilascio della carta di circolazione.
Ecco la documentazione necessaria:

  • titolo di proprietà:
    - dichiarazione di proprietà con firma autenticata (se l'intestatario del veicolo è già proprietario all'estero del veicolo e ciò risulta dalla carta di circolazione estera);
    - atto di vendita con firma autenticata (se l'intestatario del veicolo è diverso dall'intestatario della carta di circolazione estera);
  • fotocopia di un documento d'identità dell'acquirente;
  • certificato di residenza dell'acquirente o dichiarazione sostitutiva di certificazione;
  • modello NP2D online su aci.it o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC), con con l’indicazione il codice fiscale dell'acquirente;
  • fotocopia della carta di circolazione rilasciata in Italia;
  • se l'acquirente è una persona giuridica (società, ente o altro) va allegata la dichiarazione sostitutiva del legale rappresentante per attestarne la sede;
  • se l'acquirente è un cittadino extracomunitario residente in Italia serve la copia del permesso di soggiorno. 
I costi:
IPT  importo variabile a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza
Emolumenti ACI 27,00 euro
Imposta di bollo per iscrizione al PRA  32,00 euro

 

Anche in questo caso, se il disbrigo della pratica avviene in una delegazione dell'Automobile Club o in un’agenzia pratiche auto, ai costi elencati vanno aggiunte le tariffe del servizio di intermediazione in regime di libero mercato. 

Tag

Auto  · Dossier  · Immatricolazione  · Italia  · Paese  · Servizio  · 

Ti potrebbe interessare