Ultimo aggiornamento  22 maggio 2018 07:50

          


"Numeri". È la storia di copertina del numero di maggio 2018 de l’Automobile, il mensile dell’ACI che trovate in edicola al prezzo di 3 euro o acquistabile in formato digitale.

Questa volta abbiamo deciso di dare i numeri: dell’automobile. A partire da quel che c’è dentro i bilanci dei costruttori, limitandoci a un focus sui quattro grandi europei di volume: Volkswagen, Psa, Renault e Fiat Chrysler. Ma i numeri per definizione sono ormai ovunque, perché servono a capire e a indicare anche le tendenze, dalla nuova mobilità alla rete 5G attraverso la quale comunicheremo noi così come le prossime auto a guida autonoma. Una rete superveloce in cui l’Italia è avanti rispetto a molta concorrenza europea.

Numeri da capogiro sono poi certi modelli, da catalogare nei senza tempo: dalla Citroën 2Cv che compie 70 anni alla Ferrari 290MM, di cui un esemplare è stato venduto a cifre esorbitanti, ai numeri sempre magici di Mille Miglia e Targa Florio.

Già che ci siamo, siamo tornati agli anni ’50 per rivedere da vicino e raccontare l’importanza di due modelli italiani che hanno motorizzato la borghesia nel secondo dopoguerra nelle loro diverse generazioni: la Fiat 1100 e la Lancia Appia.

La prova del mese è dedicata alla Bmw X2, primo suv compatto del costruttore tedesco, dotato di trazione integrale e con un design che strizza l’occhio alle mode urbane.

Il resto scopritelo da soli. Leggendo l’Automobile, il mensile dell’ACI.