Elektromobilität”, elettromobilità. È il titolo del numero di ottobre 2017 de l’Automobile, il mensile dell’ACI che trovate in edicola al prezzo di 3 euro o in formato digitale sui principali marketplace.

L’elettrificazione è la chiave di volta della mobilità di domani. Proprio la Germania dei tre grandi gruppi mondiali – Bmw, Daimler e Volkswagen – ha deciso di accelerare sull’auto a batteria e mettersi alla testa di questo processo globale. Con investimenti miliardari da qui al prossimo decennio perché tutti i rispettivi modelli in listino (fino a 300 nel caso Volkswagen) abbiano una propulsione ibrida o totalmente elettrica, a fianco delle versioni con motori tradizionali, almeno finché il mercato le vorrà.

A partire dal diesel, ancora sotto tiro dopo lo scandalo Volkswagen di due anni fa e non ancora del tutto chiuso. La Germania di Angela Merkel ha a cuore la propria industria dell’auto, pilastro dell’economia nazionale e campionessa dell’export mondiale, al punto che Donald Trump vorrebbe mettere un freno commerciale ai tedeschi.

La sfida a tutto campo a Bmw, Daimler e Volkswagen arriva soprattutto da marchi di lusso come Jaguar, Volvo, Lexus e Infiniti. Vi raccontiamo i numeri e i prodotti di questa partita infinita, e un divario che sembra incolmabile.

Per la prova del mese, sul circuito ACI-Sara di Vallelunga abbiamo messo alla frusta la Seat Ateca, il primo suv compatto del marchio spagnolo, a trazione integrale.

Il resto scopritelo da soli. Leggendo l’Automobile, il mensile dell’ACI.