Provaci ancora DS.

Paolo Odinzov ·

PARIGI - “Un’auto per il rilancio”. Alla DS, brand premium del gruppo Psa (oltre a DS, Peugeot Citroen e Opel), non usano mezzi termini, battezzando la nuova DS 7 Crossback come il modello con il quale riscattare un periodo poco felice, segnato da vendite calate quest’anno, considerando solo l'Italia, di oltre il 25%.

Un suv per crescere

L'arrivo del primo suv del marchio francese, destinato a fare numeri nei mercati di tutto il mondo, coincide infatti con l’avvio di una strategia che prevede un’espansione della rete di vendita a livello globale con 788 concessionarie dedicate solo a DS entro il 2020. Concessionarie dove proprio la DS 7 Crossback, disponibile da febbraio del prossimo anno con un listino in Italia a partire da 31.900 euro, potrà fare contenta la clientela alla ricerca di una vettura esclusiva ma allo stesso tempo pronta ad adattarsi ad ogni esigenza di guida. Come? “Grazie anzitutto alla linea ricercata e fuori dagli schemi” rivelano i progettisti. Alla quale il suv DS unisce caratteristiche meccaniche ad elevate prestazioni.

Sviluppata intorno a guidatore e passeggeri

Lunga 4,57 metri, la DS 7 Crossback impiega la stessa piattaforma della Peugeot 3008, allungata di 55 millimetri, anche se, come spiega Xavier Savignac, direttore dello sviluppo della vettura, “si tratta comunque di un modello costruito partendo praticamente da zero”. Obiettivo, quello di creare un’auto “non solo intorno al guidatore ma anche ai passeggeri", privilegiando il comfort e anche la capacità di carico, garantiti da un abitacolo rifinito come un salotto e un bagagliaio di 555 litri.

Tre diamanti nei fari

All'interno la DS 7 Crossback propone, nei 6 allestimenti disponibili e tre livelli di equipaggiamenti, delle dotazioni esclusive per la categoria: a cominciare da un impianto audio professionale, sviluppato appositamente dalla Focal e comprensivo di 14 speakers e subwoofer, per finire ai sedili con 5 funzioni massaggio e 3 livelli di intensità e al tetto panoramico. All’esterno la DS 7 Crossback punta invece a stupire proponendo dei gruppi ottici anteriori a led con dei prismi interni rotanti a 180 gradi che simulano al “saluto” della vettura tre diamanti.

Motori fino a 225 cavalli

La gamma motori per l’Italia si svilupperà attraverso delle unità diesel e benzina della potenza fino a 225 cavalli, associate a un lungo elenco di sistemi di assistenza alla guida: tra cui il DS Night Vision capace, sfruttando una telecamera ad infrarossi nella calandra, di individuare persone e animali di notte fino a 100 metri di distanza. Oppure il DS Active Scan Suspension, in grado di leggere la strada e adattare gli ammortizzatori alle disconnessioni dell’asfalto.

Nel 2019 anche ibrida plug-in

Dal 2019, poi, la DS 7 Crossback potrà contare su una versione ibrida ricaricabile plug-in 4x4 della potenza di 300 cavalli, ottenuta abbinando un 1.6 litri turbo benzina da 200 cavalli a due motori elettrici da 80 chilowatt, capace di viaggiare in elettrico per 50 chilometri e ridurre nella marcia combinata le emissioni di CO2 fino a 40 grammi per chilometro.

Tag

DS  · Ds7 Crossback  · PSA  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giulia Paganoni

Appena eletto, il presidente francese è stato il primo a salire a bordo del nuovo suv premium del marchio di Psa. Ora arriva la sua commercializzazione anche in Italia

· di Redazione

Il marchio del gruppo Psa riceve l'ok dalla Fia per diventare dal 2018 un altro protagonista delle gare mondiali di velocità a propulsione elettrica