Maker Faire, che (è) successo.

Carlo Cimini ·

Maker Faire, l'appuntamento internazionale dedicato alla tecnologia e all'innovazione tenutosi presso la nuova Fiera di Roma, ha da poche ore chiuso i battenti. I visitatori sono stati più di 100 mila, in linea con le edizioni passate. Sono intervenuti, tra gli altri, anche il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda e il sindaco della Capitale Virginia Raggi.

Tra start-up e costruttori

Molti gli stand che presentavano proposte in ambito automotive o a favore della mobilità sostenibile e che hanno suscitato l'interesse dei visitatori. Tra questi Playmoove, una piattaforma digitale che tramite un'app permette di integrare e accorpare i più famosi servizi "sharing", dando spazio anche ai meno conosciuti, come quelli dei centri urbani più piccoli.

Lili-I, sviluppata da un ingegnere romano, è invece una centralina portatile che consente di misurare diversi parametri meteo-climatici e visualizzarli in tempo reale, via bluetooth, su uno smartphone. Questo sistema fornisce utili informazioni sulla qualità dell'aria di diverse zone, sfruttando il gps del cellulare.

Infine il costruttore italiano Rondine ha svelato i suoi 3 prototipi di moto elettriche, Motard, Off-road e Cafe racer, con un'autonomia che varia tra i 70 e i 100 chilometri, una potenza di 11 chilowatt (equivalente secondo l'azienda a una 125 cavalli). La batteria si ricarica all'80% in 30 minuti.

Parola alle Istituzioni

Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda è intervenuto durante al convegno di presentazione dell'evento, soffermandosi anche sul tema della mobilità elettrica: "Il problema delle ricariche è la questione più importante da affrontare. A oggi nel mondo ci sono due milioni di auto a batteria e tra 20 anni si punta ad averne almeno 300 milioni. Servono quindi soluzioni".

Il ministro ha poi sottolineato l'importanza del settore auto che, "in Italia vale come il cibo e la moda".  Parlando infine dell'attualità di un evento come Maker Faire, l'esponente di governo ha detto: "L'innovazione è una grandissima avventura ma fuori di qui l'intelligenza artificiale mette ancora paura. Più l'innovazione si intersecherà con la vita reale e più sarà percepita come meno lontana e pericolosa."

Soddisfazione per il successo della manifestazione è stata espressa dal primo cittadino della capitale, Virginia Raggi: "I numeri parlano chiaro - le sue parole - questo evento mostra un continuo crescendo di popolarità. Le invenzioni sono importanti e vanno applicate alla vita quotidiana. Anche grazie ad appuntamenti come questo, stiamo capendo le potenzialità del digitale per fare un salto ulteriore in avanti. La tecnologia unisce tante generazioni, aziende, imprese, start-up e amministrazioni, unisce le idee di chi vuole investire e innovare. Il futuro è oggi per studiare e capire dove andremo domani."

Tag

Carlo Calenda  · Innovazione  · Maker Faire  · Start up  · Virginia Raggi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

A Roma va in scena la tecnologia. La manifestazione sarà aperta dalle 14 del 1 dicembre fino a domenica 3. Presente anche una monoposto di Formula E