Renault Captur, cambia quanto basta.

Luca Gaietta ·

Dopo aver venduto in Europa solo nel 2016 oltre 215.600 unità, risultando il crossover urbano più apprezzato, la Renault Captur si rinnova per rimanere competitiva in un segmento di mercato che, includendo i suv, conterà nel Vecchio Continente alla fine dell’anno, secondo le previsioni di Dataforce, il 28% del mercato totale.

La nuova firma luminosa

La francese cambia nella linea, grazie a un design che rende ancora più marcato il family feeling del modello, sfruttando soluzioni d’effetto come la firma luminosa “C-Shape”, accentuata dai fari anteriori full Led nelle versioni top tra cui per la prima volta la variante Initiale Paris. Oppure la griglia della calandra, simile adesso nello stile a quella impiegata sulla sorella maggiore Kadjar.

La dotazione è più ricca

Anche nell’abitacolo la nuova Captur è stata “rivista e corretta”. Offre un inedito tetto panoramico in vetro e può contare per far colpo su numerose ricercatezze: comprese delle componenti costruite in materiali soft touch e una selleria rivestita, volendo, in pelle pieno fiore. Riguardo alle dotazioni questa vettura propone invece adesso numerosi plus da categoria superiore: tra cui un impianto audio premium Bose e i sistemi multimediali R&Go, Smart Nav Evolution e R-Link Evolution, compatibile con Android Auto, che le permettono di offrire la massima connettività fin dalle versioni entry level.

Un motore per tutti

Nella meccanica, a seconda del livello di allestimento, arrivano sulla crossover d’oltralpe ad assistere il guidatore ulteriori tecnologie rispetto a quelle già disponibili: come il Blind Spot Warning e il parcheggio automatico (Easy Park Assist). Completa lil rinnovamento sulla nuova Captur una offerta di motorizzazioni che prevede, tra diesel e benzina, 6 unità: per un range di potenza da 90 a 120 cavalli con consumi e delle emissioni ridotti (stando ai dati dichiarati da Renault) fino a 3,4 litri di carburante ogni 100 chilometri e 94 g/km di CO2.

Tag

Crossover  · Novità  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

In Italia nel 2016 il gruppo francese è cresciuto del 23% raggiungendo una quota di mercato del 9,3%, la più alta in 32 anni. La Clio auto straniera più venduta