Prova Volkswagen e-Golf: più autonomia.

Giulia Paganoni ·

A colpo d’occhio la Volkswagen e-Golf è facilmente riconoscibile dalla caratteristica linea blu che incornicia la calandra, dalle luci diurne integrate nel paraurti con la tipica forma a C e, nel posteriore, dai gruppi ottici a led. E' la seconda generazione per quanto riguarda questa versione a batteria, nel 2016 la quarta auto elettrica più venduta in Europa.


L’innovazione

A bordo domina la tecnologia con una semplificazione dell’interazione già disponibile di serie, come l’Active Info Display con schermo da 12,3 pollici che sostituisce gli strumenti di visualizzazione analogici, e il Discover Pro con touchscreen da 9,2 polliici, già reattivo a cui si aggiunge la possibilità di gestione attraverso i comandi gestuali. Fanno parte dell’infotainment di bordo il Volkswagen Media Control e l’App connect, per i quali è stata ampliata la gamma della app e dei servizi online, come la‘‘Car-Net e-Remote’’ da cui è possibile attivare numerose funzioni, come l’avvio della procedura di carica o della climatizzazione a motore spento, anche tramite smartphone o il portale Car-Net in Internet.

Il dettaglio

Gli interni della e-Golf sono riconoscibili dal Tartan, tipico delle versioni GTI, nel colore blu (colore che caratterizza le versioni elettrificate) sui sedili comfort anteriori, come anche le cuciture sul pomello in pelle della leva del cambio e sul volante multifunzione. Oltre a questi dettagli estetici, la e-Golf si caratterizza per l’alto tasso tecnologico e la sua essenza eco, in grado anche di aiutare il conducente a guidare in modo tale da risparmiare l’energia della batteria. Si tratta di una modalità di guida predittiva che sfrutta i dati forniti dal navigatore e unendoli a quelli relativi il controllo del motore. Così, nel caso in cui non ci sia necessità di utilizzo della potenza, sull’Active Info Display viene visualizzato un disegno che indica di lasciare l’acceleratore.

La praticità

L’essere pratico di e-Golf si traduce in sistemi di assistenza alla guida. Particolare attenzione è riservata ai sistemi di sicurezza attiva e passiva, come il nuovo riconoscimento dei pedoni integrato nel Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e l'Emergency Assist che arriva a fermare l'auto automaticamente. Utile in autostrada l’ACC (regolazione della distanza) e il Lane Assist (assistenza per il mantenimento della corsia) dall’unione dei quali nasce il Traffic Jam Assist, il sistema di guida in colonna parzialmente automatizzata attivo fino ai 60 km/h. 

La strada

Importanti novità arrivano dall’aggiornamento di motore e batteria. Il motore elettrico ha una potenza equivalente di 136 cavalli, più dei 115 della versione precedente a fronte di una coppia di 290 Nm. Motorizzazione che in accelerazione e nello spunto spinge la schiena al sedile facendo registrare uno 0-100 km/h in 9,6 secondi, 0,8 secondi meno dal modello precedente. A questo aggiornamento si unisce anche l’aumento della capacità delle batterie che passano da 24,2 kWh a 35,8 kWh. Così la percorrenza nel ciclo di guida europeo (NEDC) è di circa 300 chilometri. I tempi di carica dipendono dalla presa utilizzata, la più rapida è data dal sistema CCS (Combined Charging System) a 40 kW che in 45 minuti carica la batteria dell’80%. Nel primo contatto con la e-Golf, il motore si è dimostrato progressivo e non troppo “cattivo” nel mettere a terra l’energia ed è supportato da un sistema frenante con il recupero dell’energia. Lo sterzo è preciso così come anche la tenuta tipica da Golf, auto sempre rapida e precisa nei cambi di direzione.

Le concorrenti

Nissan Leaf, Bmw i3, Renault Zoe

La carta d’identità

Dimensioni  in millimetri
Lunghezza4,26
Larghezza1,80 
Altezza1,45
MotoreMotore elettrico sincrono a magneti permanenti potenza 100 kW/136 CV coppia 290 Nm  (NEDC)
ConsumiCapacità batteria agli ioni di litio 35,8 kW autonomia massima 300 km
Prezzo39.250 euro (meno Iva a carico del costruttore, in promozione: 32.200)

Tag

Auto Elettrica  · Novità  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Al salone di Shanghai il costruttore tedesco svela un prototipo di crossover elettrico con sistemi di guida autonoma. Come la Model X americana

· di Redazione

La Casa tedesca lancia la nuova versione benzina più elettrico della regina delle vendite: sostenibilità senza compromessi e 50 km a zero emissioni